Una scuola di restauro di libri antichi, con prove pratiche e un laboratorio, a Somma Vesuviana è realtà

SOMMA VESUVIANA – Una scuola di restauro di libri antichi, con prove pratiche e un laboratorio. Il tutto per riportare all’antica memoria quattro messali del XV e XVI secolo. È questo l’obiettivo dello stage formativo che dal primo di ottobre vede impegnati 24 ragazzi al Santuario di Santa Maria del Pozzo a Somma Vesuviana. Obiettivo dello stage, finanziato da fondi privati messi insieme dalla direzione culturale del complesso ecclesiale, è allo stesso tempo riportare all’antico splendore i 4 tomi antichi, ma anche dare un’opportunità formativa interessante e specifica ai ragazzi che hanno aderito al progetto. Resta da capire dove si collocherà sia il laboratorio che successivamente i libri restaurati, non è chiaro infatti se resteranno a Santa Maria del Pozzo o andranno al Castello d’Alagno, dove è prevista una biblioteca. “A breve il castello dovrebbe essere inaugurato. – ci spiega Emanuele Coppola, direttore Beni Culturali di Santa Maria del Pozzo e assessore alla cultura della giunta Allocca – Abbiamo già le attrezzature per allestire il laboratorio, in questi giorni valuteremo se allestirlo lì o all’interno del complesso ecclesiale. Tutti i ragazzi che hanno fatto domanda sono stati presi, senza penalizzare nessuno, proprio per sottolineare che stiamo dando un’opportunità alla città”. Il corso si avvale della collaborazione di insegnanti dell’università Suor Orsola Benincasa, che trasmettono le loro conoscenze gratuitamente, coordinati da Antonio Auriemma, docente di restauro di libri antichi e responsabile della segreteria didattica. “Gli studenti stanno dimostrando forte entusiasmo, – racconta – siamo convinti che avremo ottimi risultati.”
Daniele De Somma
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati