Un campano su 2 vive nella provincia di Napoli, segue Salerno (19%), Caserta (15,7), Avellino (7,4), Benevento (4,9)

carta regione

NAPOLI – Un campano su due vive nel territorio della provincia di Napoli. È l’area geografica più popolata della Campania e più densamente abitata: il dato emerge dal 15esimo Censimento della popolazione realizzato dall’Istat, in collaborazione con i Comuni e le Prefetture, e illustrato oggi nella sede della Prefettura di Napoli. Secondo la rilevazione, il 53 per cento della popolazione censita si distribuisce nella provincia di Napoli, seguita da Salerno con il 19 per cento, Caserta con il 15,7, Avellino con il 7,4 e Benevento con il 4,9. In termini di residenti, i Comuni più grandi della regione sono Napoli con quasi un milione di abitanti (962mila), Salerno con 132mila, Giugliano in Campania con circa 107 mila, Torre del Greco con circa 86mila e Pozzuoli con 80 mila. Per quanto riguarda la densità abitativa, la provincia di Napoli raggiunge «il valore massimo» di 2.608,6 abitanti per Km quadrato. Il picco è raggiunto dal comune di Portici in cui si concentrano 12.337,4 residenti per km quadrato, seguito dai comuni di Casavatore e San Giorgio a Cremano con 11.076,2 abitanti per km quadrato. A Napoli, la densità abitativa è pari a 8.203,3 residenti per km quadrato. La struttura per genere della popolazione campana è caratterizzata da una prevalenza di donne che, sul totale dei cittadini campani pari a 5milioni 766mila 810, sono circa 3 milioni

redazione@loravesuviana.it

 

I commenti sono disabilitati