TRA CULTURA E LEGALITA’ – Radio Siani in campo contro la chiusura della biblioteca di Marotta

Ercolano – Non giungerà nuova la notizia della chiusura della biblioteca dell’Istituto Italiano per gliStudi Filosofici di Napoli. L’avvocato Gerardo Marotta è finito letteralmente per strada perché laRegione Campania ha tagliato del tutto i fondi pubblici per mantenere vivo quel luogo di cultura. Anche Radio Siani si pone a difesa della cultura e della storia della cultura che questo patrimonio rappresenta ed esprimere la propria solidarietà all’avvocato Marotta e della fondazione da lui presieduta. Pubblicazioni originali di personaggi come Benedetto Croce, Antonio Gramsci e Giordano Bruno, per citarne alcuni. Per ora cinquemila volumi sono stati trasferiti in un capannone di Casoria, messo a disposizionedel sindaco, che però si trova in un’area commerciale in cui stazionano cumuli di rifiuti. “Perché non pensare ad Ercolano, città della legalità, come luogo che possa accogliere il patrimonio sfrattato dalla Regione Campania. Lo stesso impegno per la legalità portato avanti da Radio Siani èun baluardo della cultura”, dichiara il coordinatore della radio della legalità, Giuseppe Scognamiglio, aggiungendo che “sia villa Maiuri che villa Favorita potrebbero rispondere allenecessità della collezione dell’avvocato Marotta. La prima già ristrutturata potrebbe fin da subitoospitare i volumi, mentre per la seconda, anch’essa rimodernata, basterebbe adeguare solo alcuni dei locali”.
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati