Sfonda porta di ufficio polizia alla Stazione Centrale a Napoli e picchia agenti: arrestato

 

Episodio di violenza ieri pomeriggio alla Stazione Centrale di Napoli dove un uomo, un senzatetto italiano, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, preso da un raptus di violenza, si è scagliato contro il portone d’ingresso del Compartimento della Polizia Ferroviaria , sfondandolo a calci e pugni e introducendosi all’interno. Non contento, l’uomo si è scagliato contro gli agenti di polizia coi quali è scaturita una colluttazione. Risultato: un poliziotto ferito, dopo essere stato scaraventato giù per le scale nonostante altri sei agenti fossero intenti a contenere la furia dell’aggressore.
Immediata la reazione del sindacato di polizia Coisp: «È’ solo la conferma di ciò che si temeva prima o poi sarebbe accaduto. Oggi si piange un poliziotto ferito senza alcun biasimo da parte della Politica o dell’opinione pubblica in merito, ma se gli agenti avessero, giustamente, reagito in modo diverso e ad essere finito giù per le scale fosse stato il folle aggressore, mi chiedo cosa sarebbe successo? Beh, siamo stanchi di subire passivamente per il solo fatto di compiere sempre e comunque il nostro dovere», queste le parole di Giuseppe Raimondi, segretario provinciale di polizia Coisp

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.