Rapina con coltello in un bar di San Sebastiano, arrestato Ciro Titas

 

Puntò il coltello alla gola di un dipendente del locale per farsi consegnare l’incasso. Arrestato il responsabile della rapina commessa il 19 giugno scorso in un noto bar del posto.
Si tratta di Ciro Titas, 28enne di Massa di Somma già noto alle forze dell’ordine per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Reato quest’ultimo che gli era già costato l’arresto insieme al fratello e ad un terzo complice, qualche tempo fa. Da una perquisizione domiciliare dei carabinieri della locale stazione, i fratelli Titas furono trovati in possesso di hashish marijuana nonché materiale per il confezionamento e un’agendina contenente i nominativi di vari clienti assuntori.

Lo scorso giugno, Ciro Titas con col volto coperto si recò in un noto bar della movida di San Sebastiano al Vesuvio, in via Matteotti, e armato di coltello minacciando uno dei camerieri si fece  consegnare l’incasso. Poi fuggì. Le indagini hanno chiuso il cerchio oggi attorno all’autore della rapina al bar, in via Giacomo Matteotti, commessa il 19 giugno: i militari dell’arma locale hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, su disposizione del gip di Nola, per il pregiudicato Ciro Titas, attualmente agli arresti domiciliari.

 

 

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.