Pregiudicato ferito nella sua Porsche a Ponticelli: non convince la versione fornita dalla vittima 

 

Un altro raid a colpi di pistola a Ponticelli, periferia infuocata. Gli investigatori stanno verificando la versione fornita dal pregiudicato Francesco Carrella, 35 anni,  ferito da un colpo di pistola domenica sera intorno alle 18,30 a Ponticelli, all’incrocio tra via Cupa Vicinale Pepe e via Botteghelle. L’uomo, disoccupato, si trovava a bordo della propria auto, una Porsche, insieme alla famiglia quando è stato raggiunto alla spalla da un proiettile. Trasportato all’ospedale Villa Betania, nella notte è stato sottoposto a un intervento chirurgico per la rimozione della pallottola.
Carrella, che ha precedenti per reati contro il patrimonio, ricettazione e truffa, ha spiegato agli agenti della polizia di Stato, che hanno avviato le indagini, che si sarebbe trovato sulla traiettoria di una pallottola vagante, senza essere però in grado di fornire ulteriori dettagli. Il 35enne ha sostenuto che a fare fuoco sarebbero stati dei ragazzi in sella a due scooter di grossa cilindrata. Versione poco credibile per gli investigatori i quali non escludono che il vero obiettivo del raid fosse proprio lui. Si stanno guardando le immagini delle telecamere pubbliche e private poste nella zona per avere elementi utili alle indagini. Si indaga ad ampio raggio.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.