Parte il Puc: sottotetti, ricostruzione di ruderi e messa in sicurezza

Piano Urbanistico Comunale Ottaviano (800x619) (2)

Ottaviano – È iniziato con il Consiglio Comunale dell’11 luglio l’iter per l’approvazione del nuovo Piano Urbanistico Comunale, che la città aspetta ormai da circa 50 anni: sono state discusse e votate le 128 osservazioni al documento, corredate dai relativi pareri tecnici.
“Per alto senso di responsabilità e per il bene che voglio alla mia città – ha detto il sindaco Luca Capasso nel suo intervento all’inizio dell’assise – ho scelto di continuare il percorso iniziato dalle precedenti amministrazioni, che ringrazio per il loro lavoro”.
La bozza del nuovo Puc, che il Consiglio Comunale dovrebbe approvare entro luglio, nasce nel 2004 su iniziativa dell’amministrazione guidata da Mario Iervolino. Pochi mesi prima era stata approvata la legge 21 che istituiva la Zona Rossa Vesuviana.
“Ho molto apprezzato i ringraziamenti di Capasso nei confronti di chi lo ha preceduto, – ha dichiarato Emanuele Ragosta, consigliere d’opposizione di centro sinistra –  è stato un gesto di grande maturità politica. Con il Puc si aprirà una nuova fase per la nostra città fatta di regole, certezze e sviluppo”.
Durante l’assise tutti i consiglieri comunali hanno deciso di seguire il parere suggerito dai tecnici in modo unanime.
“Nel nuovo Puc, che conto sia approvato da Provincia e Regione entro fine anno, – ha commentato Capasso – sono definite due nuove zone industriali, in via Bosco Gaudio e a San Domenico, e le nuove aree per Attrazioni Turistiche Recettive, destinate per metà a parchi giochi e parcheggi. Inoltre sarà possibile dotare le abitazioni di sottotetti termici, eseguire lavori di adeguamento igienico sanitario e la ricostruzione dei ruderi”.

I commenti sono disabilitati