Olii esausti, ottimi risultati al Comune di Sant’Anastasia con la consegna delle taniche

Sant’Anastasia – Partita il 10 marzo scorso, in piazza IV Novembre, la distribuzione di tanichette per raccogliere gli oli vegetali esausti è continuata nell’androne di Palazzo Siano, dove presentando un documento di riconoscimento i cittadini le ritirano.  “La ditta Proteg di Caivano, che si occupa di questa particolare raccolta, ci ha comunicato che i primi dati sono incoraggianti e che il servizio funziona, a tal punto – afferma l’assessore alla programmazione politiche ecologiche, Vincenzo Romano – che lo aumenteremo per venire incontro ai cittadini, principali artefici del buon esito della raccolta differenziata. Sul territorio sono stati messi a dimora contenitori più capienti, che fanno da punti-deposito, mentre continua la distribuzione di taniche destinate alle famiglie. Quando ci sarà l’isola ecologica, metteremo lì un serbatoio adeguato che farà da asse portante di tutto il sistema di raccolta messo da noi in funzione per difendere l’ambiente. In vista di questo traguardo, invito i cittadini a collaborare ritirando l’apposita tanica, ad utilizzarla per raccogliere l’olio usato e, una volta riempita, a depositarlo in uno dei punti di raccolta”.
Tutti i giorni, dalle ore 9:00 alle 13:00 presso la casa comunale, il volontario della Protezione Civile, Raffaele Maione, riceve il pubblico per la consegna delle taniche, in cui va depositato l’olio di frittura inutilizzabile, che una volta recuperato può ad es. essere riciclato come componente di carburante per macchine agricole. Il ciclo di raccolta dell’olio esausto passa dalle casalinghe ai punti-deposito e da qui alla ditta Proteg che lo smaltisce ai fini del riciclo. Contenitori da 500 litri, sono infatti, posizionati presso “La Donzelletta” in via Somma; il Supermercato Piccolo in via Rosanea; il Conad in via Arco; il centro Liguori in via S. Giuseppe; contenitori da 100 litri sono invece nei parchi Gardenia, Leanza, Sodani, Stella Splendente e il palazzo D’Auria. Finora sono state distribuite circa 1300 taniche, l’obiettivo è quello di arrivare a tutte le famiglie, quindi distribuirne circa 9000 per recuperare tutto l’olio alimentare usato e di frittura, riciclarlo ed evitare danni d’inquinamento al terreno, alle piante, all’acqua mediante una gestione efficiente del problema, attraverso professionalità e strumenti tecnologici adeguati.
loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati