NASCE IN CAMPANIA LA RETE DEI MUSEI DEL TERRITORI, TRA LE PRIME AZIONI UNA WEB TV PER LE ECCELLENZE REGIONALI

Presentata ufficialmente a Torre del Greco, nel corso dell’incontro “Resto al Sud, Cultura Crea e Italia Economia Solidale: finanziamenti e opportunità per rilanciare il futuro turistico e culturale della Costa del Vesuvio”, promosso presso il complesso ex Molini Meridionali Marzoli dal Consorzio Costa del Vesuvio, Invitalia, dall’incubatore di impresa Stecca, la Rete dei Musei del Territorio.

L’iniziativa, promossa da Eugenio Gervasio, CEO&Founder Mavv Wine Art Museum (nella foto sotto) ; con Rosaria Cuomo, del Museo Della Pasta – Cuomo; Marco Russo, del Museo Del Corallo – Russo Donadio; Valerio Calabrese, del Museo Vivente della Dieta Mediterranea; e Raffaele Ferraioli, del Museo Vivente della Vite Terra Furoris, punta alla tutela, valorizzazione, animazione ed organizzazione dei servizi del network dei piccoli musei del territorio campano, dei musei privati e d’impresa.
“Questa rete tra musei che operano in Campania – spiega Eugenio Gervasio – ha anche lo scopo di potenziare la proposta del turismo esperienziale, culturale e scientifico per promuovere itinerari e percorsi che valorizzino le eccellenze e i prodotti del territorio, l’enogastronomia, l’artigianato storico, i luoghi di carattere paesaggistico, storico, artistico, etnografico, e dell’archeologia industriale, anche favorendo la loro fruizione sociale e rigenerazione”.
La rete punta, nel rispetto dei criteri tecnico-scientifici, al raggiungimento degli standard minimi di funzionamento e sviluppo dei musei ed a condividere modelli adeguati per qualità e tipologia in merito a prestazioni e servizi, così da favorire la crescita complessiva dell’offerta museale territoriale e valorizzare il patrimonio esistente nelle singole strutture museali.
A tal sine il network promuoverà un servizio coordinato di informazione sulle realtà aderenti alla rete e sulle attività da esse promosse, coordinando e divulgando nel territorio il calendario di eventi culturali, mostre ed iniziative temporanee e provvedendo alla realizzazione di un portale d’informazione e di iniziative congiunte di comunicazione a partire da un Canale di Web TV. Inoltre, sono in fase di progettazione percorsi tra le realtà museali, i territori e le comunità, valorizzando le emergenze di carattere storico, artistico, etnografico, naturalistico e dell’archeologia industriale, anche favorendo la creazione di sottoreti tematiche. “Attraverso corsi specializzati di aggiornamento professionale per il personale dei musei – prosegue Gervasio – saranno implementati i servizi di accoglienza e tutela del patrimonio culturale, materiale e immateriale, verificando anche l’utilizzo di personale qualificato da condividere in modalità da definire anche in forma coordinata e/o convenzionata tra gli aderenti. In tal senso opereremo per la condivisione dei servizi e la razionalizzazione delle risorse nell’ambito della didattica museale, dell’inventariazione e catalogazione dei beni secondo le normative e in collaborazione con le competenti Soprintendenze e Istituzioni nonché con gli uffici regionali e ministeriali a ciò preposti e infine della conservazione delle esposizioni e collezioni museali nel rispetto delle leggi vigenti anche prevedendo modifiche legislative che consentano a tutti i soggetti e alle varie forme giuridiche di poter operare in questo settore in un quadro di pari opportunità tra pubblico e privato”.
Quale prima azione comune la Rete intende avviare una iniziativa di comunicazione realizzando il progetto di canale digitale Web Tv MAVV Channel per promuovere e eccellenze del territorio, aggiornare sulle curiosità dei prodotti turistici ed enogastronomici nonché valorizzare le aziende, gli imprenditori e le proprie storie d’impresa come testimonial della terra da cui provengono. La tv sarà inoltre un’utile vetrina sulle iniziative turistico- enogastronomiche di tendenza.

 

 

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.