Musica e parole: i giovani vesuviani uniti per diffondere speranza.

image
Pollena Trocchia. Sabato 20 Settembre, ore 19.00, presso il teatro delle Suore degli Angeli, si terrà il concerto di presentazione del progetto “SPES”, ideato e promosso dall’associazione Agapè Onus e finanziato con fondi dell’Unione Europea.
Si tratta della realizzazione di un album musicale in dodici tracce (dal nome “Come un prodigio”) musicate e cantate dai ragazzi appartenenti all’oratorio della parrocchia San Gennaro. Una sorta di concept album avente come tema portante la speranza, un messaggio da diffondere senza riserve e con assoluta dedizione alla causa.
I fondi ottenuti saranno utilizzati per finanziare borse di studio per giovani.
Dal comunicato diffuso in questi giorni si legge: “Il titolo “SPES” in latino significa “SPERANZA” e si riferisce alla speranza che i giovani possano contribuire positivamente al cambiamento delle comunità locali e anche alla costruzione dell’Unione Europea […] Il progetto è condotto da un gruppo di giovani italiani dell’area metropolitana a est di Napoli, nel Sud d’Italia, e da un gruppo di giovani spagnoli della regione di Castilla La Mancha. I due gruppi sono accomunati per la loro residenza in zone sub-urbane e per la loro passione per la musica come strumento per comunicare valori positivi. Tra i partecipanti italiani numerosi giovani di Pollena Trocchia, di Somma, Cercola, Volla”.
I testi delle canzoni sono stati infatti tradotti sia in inglese che in spagnolo, per permettere una maggiore diffusione.
Elisa Scotto, presidente dell’associazione nonché coautrice dei testi e delle musiche, dichiara:” vogliamo aiutare i giovani a riconoscere i propri talenti e a svilupparli, a metterli al servizio della società in cui vivono per poterla cambiare positivamente. La speranza è quella che fa camminare, che fa andare avanti, che vince la crisi e l’immobilismo. Vogliamo dare ai giovani l’opportunità di comunicare questo importante messaggio attraverso l’uso di un linguaggio universale: la musica”.

I commenti sono disabilitati