Massa di Somma: un teatro piú funzionale e un pensiero a Carmine Capasso.

image

“Un Popolo che non aiuta e non favorisce il suo Teatro, se non è morto sta morendo”, Federico Garcìa Lorca.
Massa di Somma. La piccola cittadina vesuviana si sta rivelando incubatrice di talenti e amanti dell’arte. Il teatro omaggiato a Carmela Maddaloni di cui gode, sarà la location di “Una Massa d’Arte”, manifestazione di beneficenza prevista per il prossimo week-end. Nell’occasione, con il Patrocinio del Comune di Massa di Somma, le associazioni del territorio, tra cui Artemical, Le Meteore, Luglio d’Inverno, Gio Dance, Sott’& Ngoppa e il gruppo musicale Siro’s Band si esibiranno nella propria disciplina artistica. I cittadini intenzionati a presenziare potranno acquistare il biglietto ad un costo simbolico di 5 €, ticket valido anche per l’estrazione a sorpresa che si terrà a fine serata. L’intero incasso delle due serate sarà devoluto per l’acquisto di strutture e per il sostentamento del teatro stesso. Si immagina l’acquisto del traliccio appoggio sipario o del traliccio appoggio punti luce. “Questo evento nasce dall’idea di far acquisire la consapevolezza che un bene quando é comune va curato e custodito; il consigliere Carmine Oliviero ed io, abbiamo contribuito all’organizzazione ma devo affermare che tutti i gruppi artistici del territorio hanno accolto con entusiasmo l’idea è sono loro i veri fautori della serata. Voglio ringraziare tutta l’amministrazione comunale e tutti quelli che stanno dando cuore e anima per il nostro teatro”, commenta il consigliere Nicola Manzo. – Mi piacerebbe dedicare l’evento a Carmine Capasso, un pezzo della storia artistica di Massa di Somma che in passato più volte ha proposto di organizzare questa tipologia di eventi- conclude Manzo.

I commenti sono disabilitati