L’Ospedale delle bambole da bottega a museo: nelle scuderie di Palazzo Marigliano tra “medici”, “pazienti” e sapienti restauri 

Le bambole vecchie e rotte potranno avere una seconda vita. Accade a Napoli, nei locali delle restaurate scuderie di Palazzo Marigliano, dal 21 ottobre sede definitiva dell”Ospedale delle Bambole’.

Un vero e proprio ospedale dotato di pronto soccorso, di corsie di degenza attrezzate con mini lettini e di reparti di specialistica: dall’oculistica all’ortopedia passando per la sala gessi. A curare le bambole dalle loro ferite e dai loro acciacchi dovuti all’età ci saranno il primario Tiziana Grassi, le sue assistenti, ma anche i bambini che potranno, una volta indossati i piccoli camici colorati situati all’ingresso dell’ospedale, aiutare le dottoresse a riparare gambe, braccia, occhi, a risistemare parrucche e ogni altra ‘operazione’ necessaria per far rivivere le bambole. Spazio anche ai peluche in un’apposita area veterinaria.
L’Ospedale è un museo-bottega che si sviluppa su 180 metri quadri ed ospita una collezione centenaria di bambole, burattini, giocattoli d’epoca e pastori.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.