L’ex sindaco Carmine Esposito torna libero ma con divieto di dimora a Sant’Anastasia

Carmine Esposito

Sant’Anastasia – Torna libero l’ex sindaco Carmine Esposito. Era stato arrestato a dicembre scorso, dopo la denuncia dell’imprenditore titolare dell’azienda che gestisce l’igiene urbana in città, accusato di aver incassato una tangente da quindicimila euro. Un pacchetto con la stessa cifra gli fu trovato in auto al momento dell’arresto, ma lui ha sempre sostenuto di essere stato “incastrato”.
La Procura ha deciso in queste ore la revoca della misura cautelare, disponendo però il divieto di dimora: Esposito non potrà restare a Sant’Anastasia dove è tra l’altro in atto la campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale. “Siamo molto soddisfatti della decisione che accoglie integralmente gli argomenti esposti dalla difesa – dice l’avvocato Vincenzo Maiello – la remissione in libertà consentirà al nostro assistito di esercitare con maggiore ampiezza e proficuità il suo diritto di difesa nel processo che attendiamo, certi di poter diradare i grumi di pregiudizi che fino a questo momento hanno oscurato la verità”.

I commenti sono disabilitati