La smentita de “I Moderati per Volla”: Vogliamo cambiare le sorti di questa città, ma non appoggiamo nè Ricci nè Angelo Guadagno

VOLLA – A poche ore dal voto per il ballottaggio che vede contrapposti come cinque anni fa Salvatore Ricci, sindaco uscente e Angelo Guadagno leader dell’opposizione di centro sinistra e in netto vantaggio sul primo, la lista civica “Moderati per Volla” guidata dall’imprenditore Luciano Manfellotti, che al primo turno ha appoggiato la candidatura di Pasquale Petrone (Udc) tiene a precisare che assolutamente non è mai stata loro intenzione  appoggiare in un eventuale (come poi c’è stato) ballottaggio né il candidato del centro destra, né quello del centro sinistra. “Ci siamo posti come alternativa all’amministrazione uscente capitanata da Ricci – dicono gli esponenti della lista che appoggiava Petrone – e all’opposizione di centro sinistra capitanata da Guadagno. Siamo e vogliamo essere una massa critica che si batte per il rilancio della città”. Nell’occhiello al titolo apparso a pag 7 del nostro giornale, infatti, si legge testualmente “Col centro sinistra anche i “moderati” e Rosa Praticò la “passionaria”. Doverosa la precisazione della coalizione che appoggiava Petrone a sindaco, ancora più doverosa la nostra in quanto non ci riferivamo assolutamente alla lista capitanata da Luciano Manfellotti, più volte, anche pubblicamente, dettosi fuori da queste logiche partitocratiche che hanno ingessato la città. Il “moderati” apparsi nel titolo (art. pag. 7 de l’Ora Vesuviana targata maggio 2012) sono riferiti ad un’area e non a quella lista civica. “Con queste elezioni – concludono i “Moderati per Volla” – ci siamo sperimentati e vogliamo andare avanti nel lavoro per cambiare questa città. Né con la destra, né tantomeno con la sinistra. Abbiamo il nostro elettorato e più che le poltrone ci interessa la crescita del territorio”.
Paolo Perrotta
redazione@lorvasuviana.it

I commenti sono disabilitati