IL TERRORE DELLE FARMACIE – Operaio emigrato in Svizzera e rapinatore in trasferta di farmacie, finalmente in manette


Portici – È accusato di avere messo a segno 12 rapine ai danni di tre farmacie nel giro di un anno. Con questa accusa è stato fermato Giovanni Borrelli, 42 anni, di Portici, popoloso centro dell’area vesuviana. Le indagini hanno avuto inizio un anno fa quando furono compiute tre rapine ai danni di farmacie di Portici e della vicina San Giorgio a Cremano. Poi, dopo 9 mesi, altre 9 rapine a farmacie nell’arco di 3 mesi. Borrelli è accusato di avere scelto sempre le farmacie di turno: pistola in pugno minacciava i presenti e si faceva consegnare l’incasso. Borrelli da tempo vive in Svizzera dove lavora come operaio edile. L’identificazione è avvenuta anche attraverso la descrizione fisica fatta dalle vittime agli investigatori riguardo al bandito che li rapinava. Borrelli è stato bloccato ieri sera poco prima che si apprestasse a ripartire per la Svizzera e riprendere il suo lavoro ufficiale.
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati