Il Pd ammonisce l’amministrazione Russo sul traffico: “La città è completamente bloccata”

1555573_10204749838807412_9181289373025889076_n

Pomigliano d’Arco – “Nelle ultime settimane abbiamo assistito alla realizzazione di alcuni lavori pubblici nelle strade, nelle piazze e nel parco pubblico. E’ evidente: siamo a pochi mesi dalle elezioni amministrative”. Parole di Michele Tufano, segretario del circolo Pd di Pomigliano, che ha diffuso una lunga nota intitolata “Il Traffico ruba il tuo tempo”.
“Un intervento di riqualificazione, – continua Tufano – anche se effettuato in ritardo o a meri fini elettorali, rappresenta di per sé un fatto positivo. Tuttavia quando interventi di questo genere vengono realizzati senza alcuna programmazione unitaria, alla rinfusa e con l’arroganza di non coinvolgere in alcun modo i cittadini il risultato è disastroso. Tralasciamo considerazioni nel merito dell’opportunità economica (circa 300 mila euro per Piazza Primavera, circa 400 mila per la rotonda in zona Pratola, etc. etc) ed estetico-architettonica di tali interventi”.
“A causa di queste scelte sbagliate e senza logica, – continua il giovane segretario – come la Rotonda nella zona di Pratola Ponte, la pedonalizzazione di piazza Primavera, i bizzarri sensi di circolazione nelle zone di Paciano, Pomigliano nell’arco di qualche settimana ha visto un improvviso e spropositato aumento del traffico come mai si era verificato in città, che nelle ore di punta è completamente bloccata. Non è giusto che a pagare il conto, sia in termini economici per la realizzazione di opere sui cui non c’è stato il minimo coinvolgimento, sia in termini di inquinamento ambientale ed acustico, sia in termini di tempo sprecato nelle interminabili code, siano i cittadini. Riprogettare il piano del traffico urbano è una cosa importante perché il tempo è un fattore assai rilevante nella vita quotidiana delle persone ed un misuratore importante del grado di vivibilità di una Città. Costringere un cittadino a sostare ore nel traffico significa sottrargli tempo al proprio lavoro, alle proprie passioni, alla propria famiglia. Significa incidere direttamente sulla qualità della vita delle persone. Nessuno può avere la presunzione di considerarsi padrone della Città e del tempo altrui”.

“Riprogettare un serio piano del traffico urbano conclude – richiede impegno, umiltà, ascolto dei cittadini e studio. E’ molto più facile chiudere qualche strada senza pensare alle conseguenze. Per fortuna, i tempi stanno per cambiare”.

I commenti sono disabilitati