Il limone sa di mare: l’omaggio a Procida dello stellato Pasquale Palamaro che allieterà i week end al Nabilah di Luca Iannuzzi

Il limone, icona incontrastata di Procida, ispira l’ultima originale creazione dello chef stellato Pasquale Palamaro di “Indaco”, il ristorante gourmet dello storico albergo Regina Isabella di Lacco Ameno. Ne nasce un omaggio alla Capitale italiana della cultura 2022, “con la quale – spiega Palamaro – il legame di Ischia è forte e viscerale, anche dal punto di vista enogastronomico”.


Il piatto, la cui dimensione estetica – cifra inderogabile nella filosofia dello chef – è al solito sorprendente: il limone pane procidano, celebre per il suo corposo albedo (la parte interiore bianca e spugnosa attaccata alla scorza, ricca di sostanze benefiche) diventa un vero e proprio contenitore. “Scavato all’interno, lo riempio di una crema di asparagi di mare e di pinoli tostati al forno. Poi ricopro il limone con la parte superiore, che diventa un coperchio. Il calore della crema esalta gli oli essenziali del limone, irresistibili all’olfatto e impercettibili al gusto”. Il piatto – all’interno del menù vegetariano (ma ce n’è anche una versione con i taratufi di mare passati al barbecue) – ricorderà agli ospiti di “Indaco”, da sempre meta privilegiata del jetset internazionale, la nomina della vicina isola di Procida a Capitale italiana della cultura: “Un riconoscimento meritato – spiega Palamaro – che porterà benefici all’intero golfo di Napoli”. Palamaro allieterà anche i fine settimana dello splendido Nabilah di Luca Iannuzzi rimesso a nuovo per la ripartenza, con un faro puntato proprio su Procida e il nuovo e speciale menù che Palamaro, chef affermatissimo che farà parlare di sé a livello mondiale ha elaborato per il nuovo lounge restaurant.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.