Gioco di mani, gioco di Vesuviani”: a Volla la festa del Rugby Campano, in onore del Club Vesuvio

Per una domenica la città di Volla è diventata la capitale del rugby campano. Presso il campo Paolo Borsellino si è svolta infatti la seconda edizione del Rugby Vesuvio Party, la festa vesuviana della palla ovale. Il Rugby Vesuvio, squadra che milita in serie C, è nato nel 2008 dai resti del Rugby Portici. Da allora la passione per questo sport coltivata da Francesco Salemme e da Luca Cataldo ha permesso a tanti ragazzi dell’area vesuviana e a tanti bambini delle scuole di conoscere il fascino della palla ovale. Le difficoltà nel rintracciare strutture adeguate nella provincia di Napoli hanno poi reso il Rugby Vesuvio la società simbolo  sotto al Vesuvio: in un due anni il gruppo sportivo  è passato ad allenarsi da Portici, a Cercola, a Volla.  Domenica i giocatori del Nucera, della Partenope Napoli, del Cus Napoli, del Torre del Greco, del Salerno Rugby , giocatori di varie società e vecchie stelle del rugby napoletano hanno celebrato la giovane  Rugby Vesuvio, sfidandosi in un torneo amatoriale di rugby a 7 , variante del tradizionale rugby a 15. Per la cronaca il torneo è stato vinto da una rappresentativa della Partenope. Al termine dei match si è svolto il tradizionale “Terzo tempo” tra musica, cibo e birre: un momento di festa “sacro” che accomuna rugbisty e appassionati di questo sport.
Valerio Di Salle
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati