FORZA VIRTUS VESUVIO: Dopo la parentesi col Real San Gennarello, entra nel club del patron Ammirati Giuseppe Malinb

L’estate dei vesuviani è stata piuttosto calda: tante operazioni, soprattutto in entrata, che hanno ridisegnato il gruppo a disposizione del tecnico ottavianese che potrà ora contare su una rosa certamente più competitiva. Di pari passo però è proseguito anche il lavoro all’interno dei quadri dirigenziali: chiaro l’intento del patron Luigi Ammirati di costruire un organigramma solido e completo, per non lasciare nulla al caso.
In tal senso, è di oggi la notizia di un nuovo ingresso in società. Giuseppe Malinconico, smaltita la parentesi biancorossa col Real San Gennarello, è entrato ufficialmente a far parte della famiglia Virtus. Una figura importante e di spessore, che in veste di vice-presidente, porterà con sé tutto il suo bagaglio d’esperienza: “Sono molto felice ed onorato – esclama Ammirati, numero uno del club – di poter contare su di lui. Già in passato ci siamo confrontati e devo dire che abbiamo idee molto simili su come fare calcio e promuovere la nostra realtà. I risultati parlano per lui, negli ultimi tre anni col Real ha fatto cose straordinarie, speriamo di poterci ripetere anche qui, avendo deciso di unire le forze”.
Tocca poi a Malinconico, da neo-dirigente delle foxes, spiegare i motivi di questa sua scelta, partendo inevitabilmente dalla dolorosa questione Real: “Purtroppo non c’erano più i presupposti per continuare. Sia io che il presidente Ruotolo in tre anni abbiamo fatto sacrifici enormi non solo dal punto di vista economico, ogni anno volevamo alzare l’asticella, costruendo una squadra competitiva senza mai prendere in considerazione di andare avanti, arrancando in fondo alla classifica. Contemporaneamente non abbiamo mai visto passi in avanti da parte dell’imprenditoria locale, il tempo a disposizione da parte mia, di Ruotolo e Gammone era sempre meno e allora abbiamo pensato bene di chiudere qui questa splendida esperienza. Colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno fatto parte della famiglia Real in questi anni, nessuno escluso. Ringrazio mister Di Martino per aver dato tutto se stesso insieme a mister Prisco Di Palma, i factotum Diomede e Gennaro, il diggì Pasquale Malfettore, il diesse Dino Manzone e in particolare il presidente Ruotolo e l’amministratore delegato Gammone per aver condiviso con me quest’avventura. Infine, non posso non ringraziare tutti i nostri sostenitori, tifosi encomiabili che non hanno mai fatto mancare il loro apporto sia in casa che in trasferta”.
Ora comincia una nuova avventura griffata Virtus: “Mi ero ripromesso di uscire definitivamente da questo mondo sia per rispetto al mio paese, sia per mancanza di motivazioni. Poi però è arrivata la proposta del patron Ammirati ed ho deciso di provare questa nuova avventura. Luigi mi ha colpito perché è un ragazzo che ama ed intende il calcio esattamente come me, ha un progetto serio in cui sento di poter dare il mio contributo. In rosa ci sono tanti ottavianesi, il nostro ex capitano Annunziata su tutti, compagno di mille battaglie, e questo mi ricorda un po’ il primo San Gennarello. Parliamo di uno spogliatoio sano e con la forza del gruppo sono convinto che potremo toglierci tante soddisfazioni. Forza Virtus Vesuvio”.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.