Ecco “Ercolano. Una storia antiracket. Fatti, inchieste e particolari di una guerra alla camorra”: il libro, scritto da Nino Daniele, Antonio Di Florio e Tano Grasso

Si svolgerà il 20 aprile 2022 alle ore 18:00, presso il Salotto culturale “Le Zifere”, sito in Palazzo De Sangro di Vietri in Piazzetta Nilo n°7 Napoli, la presentazione di “Ercolano. Una storia antiracket. Fatti, inchieste e particolari di una guerra alla camorra”. Il libro, scritto da Nino Daniele, Antonio Di Florio e Tano Grasso con all’interno un glossario antiracket a cura di quest’ultimo ed edito da Guida Editori.
Ad ospitare l’incontro nella propria sede culturale, il Professore e Editore Roberto Nicolucci che aprirà l’appuntamento con i saluti iniziali.
Grande emozione per la partecipazione all’evento del Mons. Antonio Di Donna del Vescovo di Acerra e Presidente Cei Campania
Presenti Nino Daniele (ex Sindaco di Ercolano), Tano Grasso (Presidente Onorario della Federazione delle associazioni antiracket e antiusura italiane), Antonio Di Florio (ex Comandante della Tenenza dei Carabinieri di Ercolano), Mimmo Falco (Vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania), Cesare Sirignano (Magistrato della Procura di Napoli Nord) e Tommaso Morlando (Fondatore di Magazine Informare – Officina Volturno).
“ Il metodo Ercolano di lotta alla camorra può fornire indicazioni utili a tutti coloro che non vogliono rassegnarsi a convivere con le mafie”, spiega Nino Daniele.
“Ringrazio il magazine “ Informare “ per avere promosso questa bellissima occasione di confronto con tanti illustri interlocutori.
Il dott. Sirignano è un Magistrato che conosce profondamente il fenomeno per aver condotto indagini fondamentali contro i clan cosiddetti dei “ casalesi”. Avere la presenza del Vescovo Antonio Di Donna è per me una grandissima emozione.
Non tutti sanno che Mons. Di Donna è di Ercolano ed è stata una presenza decisiva negli anni di cui parliamo nel libro.
Oggi come allora è una delle voci più autorevoli nell’indicare con forza valori etici e spirituali basilari per la convivenza civile ed il rispetto della dignità di ogni persona e dell’ambiente” , conclude l’autore del libro.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.