Dopo la polemica col Sindaco Alemanno, i chiarimenti del Clan: «La Rai ha pagato, bonifici partiti». 80mila euro anche a Napoli


Claudia Mori, moglie di Adriano Celentano e consigliere delegato del Clan Celentano, ha emesso un comunicato per dire che i bonifici d beneficenza, promessi dal Molleggiato a sette comuni italiani (fra i quali Napoli) sono in arrivo. La polemica l’aveva aperta il sindaco di Roma Alemanno. Celentano aveva promesso di dividere il 700mila euro del cachet per il Festival fra due ospedali nel Terzo Mondo e 25 famiglie bisognose di 4 comuni italiani (20mila euro a famiglia). Alemanno l’aveva rimbrottato: «qui non abbiamo ancora visto nulla». La Mori, causando una replica un po’ piccata della Rai sui tempi di pagamento, ha risposto stamane: «Ricevuto questa mattina il compenso della Rai per Sanremo (700 mila euro), sono partiti i primi due bonifici in beneficenza». Il comunicato precisa di aver inviato i 200.000 euro ai due ospedali di Emergency, Centro Chirurgico e pediatrico di Goderich (Sierra Leone) e Ospedale di cardiochirurgia di Khartoum (Sudan). Per i 500 mila euro destinati a 25 famiglie, sottolinea il Clan, sono state date disposizioni al notaio di Sanremo Marco Aveta per inviarli ai sindaci delle sette città coinvolte. Mezzo miliardo di euro, dunque, dovrebbe arrivare ai Comuni che devono distribuirli al netto, specifica il comunicato, e nella garanzia del più totale anonimato. «Il dottor Marco Aveta, notaio di Sanremo, ha ricevuto oggi disposizioni dal Clan Celentano e da Adriano Celentano per inviare i bonifici come previsto: i sindaci delle città del centro-sud (Roma, Napoli, Bari, Cagliari) avranno ciascuno a disposizione 20.000 euro per 4 famiglie. I sindaci delle città di Milano, Verona e Firenze avranno ciascuno a disposizione 20.000 euro per 3 famiglie». La rai ha replicato di avere effettuato i pagamenti entro marzo.
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati