Detenuto si impicca in caserma dei carabinieri a Sant’Anastasia

SANT’ANASTASIA – La piccola stazione dei carabinieri nel pieno centro della città è praticamente blindata. la folla id curiosi s’è accalcata ha appena ha saputo la notizia. E da poco, appena avvisati, sono giunti sul posto anche i familiari della vittima. Sì perchè Michele Pavone, pregiudicato ventinovenne, alle prime luci dell’alba si è legato la sua tshirt al collo e si è tolto la vita.  Pavone, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo,  si è suicidato nella caserma dei carabinieri di Sant’Anastasia, nel vesuviano, impiccandosi con una maglietta. L’uomo era nella camera di sicurezza da ieri pomeriggio dopo l’arresto per evasione dai domiciliari. L’uomo aveva trascorso la nottata senza lasciar presagire il tragico gesto. Inutili i tentativi di rianimazione dei militari presenti nella caserma di Sant’Anastasia, che si sono accorti dell’accaduto durante i frequenti controlli periodici. La morte di Michele Pavone è avvenuta per auto-soffocamento. Il ventinovenne ha utilizzando la sua t-shirt. Il decesso è stato constatato dal medico legale giunto sul posto insieme al pm della Procura di Nola
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati