Coronavirus, nuovo servizio gratuito della Città Metropolitana per i Comuni: personale Armena consegna a domicilio di generi alimentari, mascherine e altri dispositivi

Nuovo servizio offerto dalla Città Metropolitana di Napoli ai Comuni attraverso la sua società partecipata Armena Sviluppo, per affrontare al meglio l’emergenza coronavirus, in particolare, in questo caso, la questione dell’assistenza alle famiglie più bisognose. Da oggi, infatti, i Comuni potranno chiedere alla Città Metropolitana di mettere a disposizione personale e mezzi dell’Armena Sviluppo per la consegna di generi alimentari, ma anche di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale, ai soggetti che stanno vivendo questo periodo di lockdown con maggiore difficoltà. Un aiuto concreto, dunque, per le iniziative di solidarietà che le amministrazioni comunali, attraverso i propri servizi sociali, stanno mettendo in campo. Il relativo contratto tra la Città Metropolitana, rappresentata dal Dirigente Coordinatore dell’Area Amministrativa Edilizia Istituzionale Viabilità e Mobilità, Giuseppe de Angelis, e la sua società partecipata al 100%, presente con l’Amministratore Unico Armena sviluppo, Roberta Cibelli, è stato sottoscritto questa mattina. Tutti i Comuni dell’area metropolitana possono farne richiesta, scrivendo all’indirizzo pec: [email protected] Il servizio di consegna da parte di Armena è completamente gratuito: ai Comuni spetterà solo il costo per l’approvvigionamento del materiale.“Pur nelle difficoltà alle quali la pandemia ci pone di fronte – ha affermato il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris – stiamo cercando di mettere in campo tutti gli strumenti per aiutare le nostre comunità a superare questo momento così difficile. In particolare, con la nostra società Armena Sviluppo, dopo aver garantito il servizio di pronto intervento h24 e 7 giorni su 7 per far fronte a eventuali emergenze che dovessero verificarsi per strade e scuole di nostra competenza, abbiamo oggi attivata un’altra funzione di grande importanza, che va a risolvere un problema logistico di grande rilevanza per i Comuni, quale quello della consegna a domicilio dei beni di prima necessità e dei Dpi alle famiglie bisognose, garantendo al contempo ad esse condizioni di sussistenza minime che a volte valgono la sopravvivenza”. “Armena – ha sottolineato l’Amministratore unico Roberta Cibelli – è pronta per partire. Il progetto, attivato in tempi record grazie alla solerzia e al senso di responsabilità della Direzione amministrativa della Città Metropolitana, è stato accolto con entusiasmo da tanti lavoratori. Tengo, pertanto, a ringraziare le donne e gli uomini di Armena perché stanno dimostrando, anche in questa fase così difficile della nostra vita sociale, grande competenza, professionalità, spirito di solidarietà e senso del dovere. È evidente che da parte del management ci sarà, come fin dall’inizio dell’emergenza e per tutte le attività in corso, la massima attenzione per garantire ai lavoratori tutte le necessarie condizioni di sicurezza”.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.