Circumvesuviana Napoli, il comitato utenti protesta per il taglio delle corse domenicali

 

L’Eav cancella le corse della Crcumvesuviana per le prossime domeniche, i pendolari protestano. A fare sentire la propria voce è il Comitato Utenti Circumvesuviana che, in una nota, sottolinea come ”nonostante la riduzione della capienza del 50%, l’istituzione della zona rossa, il ritorno alla didattica a distanza, l’Eav riesca comunque a mostrare il suo lato peggiore”. ”Ancora nel merito della questione – prosegue il comunicato – vi sono i tentativi della dirigenza di risparmiare tagliando i servizi fondamentali, usando stavolta la scusa della zona rossa in Campania. Parliamo di scuse per un semplice motivo: è la Regione a pagare le mensilità, a distribuire i ristori nazionali e ad occuparsi delle spese di sanificazione. Anche accusare la riduzione delle entrate non è una giustificazione, in quanto nello stesso periodo l’Anm ha aumentato le corse degli autobus, mentre questo mutilamento del servizio è l’unico caso registratosi nel nostro Paese, da Nord a sud”.
”In questa ottica – le ultime considerazioni del comitato Utenti Circumvesuviana – riteniamo giustificata la protesta che è portata avanti in queste ore da parte del personale viaggiante e dalle sigle sindacali, dovuta non da un mancato accordo sull’aumento degli stipendi come viene erroneamente riportato, bensì dalla riduzione stipendiale che risulterebbe da questo taglio”. Ancora oggi forti disagi per gli utenti delle linee Circum: l’azienda infatti ha annunciato che non saranno effettuate 51 corse lungo le diverse linee coperte, corse in parte sostituite da servizio su gomma.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.