Buona la prima, al via il Governo di Luca Capasso a Ottaviano: “Integreremo una sana amministrazione al governo del territorio!”

ottaviano consiglio comunale

OTTAVIANO – Rigore formale, macchine da spostare e accuse di sistemare i parenti in giunta. Non mancava nulla al primo consiglio comunale dell’amministrazione Capasso. Tampone di tanti consiglieri all’esordio è stato un grande rigore formale ed eleganza. Curioso poi che le prime parole del sindaco siano state una comunicazione di servizio “C’è una macchina da spostare…”.  La carica di Presidente del Consiglio Comunale è andata a Biagio Simonetti : “Valorizzerò il ruolo del consigliere, – ha detto dopo aver occupato il suo posto alla sinistra di Capasso – sia di maggioranza che di minoranza.” Prima di lui aveva presieduto i lavori, come consigliere più votato, un’emozionata e sorridente Olimpia Cozzolino, al suo esordio in Consiglio. Successivamente sono stati presentati i 5 assessori, che hanno occupato il loro posto negli scanni poco più in basso del sindaco e del Presidente: Virginia Nappo, vicesindaco con delega al bilancio, Aniello Giugliano con delega al commercio, Aniello Saviano assessore al turismo, allo spettacolo e all’innovazione tecnologica, Ciro Sesto alle politiche sociali, Marilina Perna alla cultura e alla pubblica istruzione. Polemiche sono nate dopo l’intervento di Emanuele Ragosta: il giovane consigliere d’opposizione ha denunciato che due assessori su cinque sono cognati di consiglieri comunali, Perna di Cardarelli e Giugliano di Cozzolino. “La scelta degli assessori è stata libera e indipendente, – ha risposto il sindaco nel suo intervento – Se dovessero fallire sarò il primo a trarne le conseguenze. Voglio che gli assessori vengano giudicati per il loro operato e non per la loro famiglia”. Il sindaco si è poi guadagnato un grande applauso quando ha annunciato lo sblocco di 3 milioni di euro di fondi regionali per completare i lavori di via Cesare Ottaviano Augusto.
Daniele De Somma
[email protected]

I commenti sono disabilitati