Archeologia e spettacolo: a Pollena Trocchia va in scena “I segreti del vesuvio”

10342602_317835498379800_1031533129_n
“The Roman Mysteries”: è il titolo originale di una serie di romanzi per ragazzi, ambientati nello scenario storico dell’antica Roma e scritti dalla britannica Caroline Lawrence. Libri di grande successo in patria, esportano il talento dell’autrice sin nella periferia vesuviana, un salto di migliaia di chilometri, un salto a casa.
Mercoledì 18 Giugno, infatti, lo scavo archeologico di Pollena Trocchia e i resti della maestosa villa romana con terme sita in località Masseria de Carolis, ospiteranno la rappresentazione teatrale delle vicende della giovane Flavia e dei suoi tre amici: Nubia, Jonathan e Lupus (i protagonisti delle mitiche avventure romanzate della Lawrence), sceneggiata dal professor Luigi De Simone e recitata dai ragazzini del plesso Viviani-Donizetti.
Una collaborazione internazionale iniziata lo scorso anno, quando Ferdinando De Simone, presidente di Apolline Project (il gruppo di archeologi che si occupa dei lavori sullo scavo) contattò la scrittrice per proporle l’idea. Da allora ne è nato un rapporto stabile e continuativo di interesse e stima reciproca, il che ha indotto la Lawrence ad effettuare una donazione di ben 1500 euro in favore della causa storico-culturale pollenese. Una somma generosa e necessaria per coprire circa metà della spesa relativa al test del DNA sui due bambini trovati sepolti, l’uno accanto all’altro, durante le operazioni di scavo. Presumibilmente gemelli. Se così fosse, si tratterebbe di un ritrovamento importantissimo per l’archeologia e che eleverebbe il sito ad un grado di interesse certamente notevole.
Non solo collaborazione artistica, dunque, ma adesso è tutto pronto per la messa in scena.
Lo spettacolo avrà inizio alle ore 20.00.

I commenti sono disabilitati