Aldo Maione (Pd): “La Giunta Pinto è un paradosso e l’opposizione va ricompattata”

maione

Consigliere Maione, alla luce della sua esperienza pluriennale come assessore e poi consigliere d’opposizione, qual è la sua idea riguardo la politica a Pollena Trocchia?
A Pollena Trocchia, lo abbiamo visto negli anni, si fa una politica senza avere una sezione partitica, mentre io ho sempre ritenuto che avere una sezione, e una luce accesa sul territorio, è una speranza per qualcuno che fa riferimento ad un determinato ideale politico. Non si riesce a fare una politica altruistica, così come ho sempre inteso io, reprimendo egoismi personali e personalmente ho sempre cercato di prendere delle decisioni insieme al partito a cui faccio riferimento, che è il PD. Ruolo fondamentale, dunque, al partito che è l’anello di congiunzione con il territorio e con la gente.
Come quantifica il livello di partecipazione attiva della cittadinanza?
Essa la si può misurare nei consigli comunali e vi è sicuramente poca partecipazione perché qui c’è bisogno di coinvolgere la gente andando di casa in casa  e non solo in campagna elettorale. Ho anche proposto al partito, in passato, di organizzare degli incontri periodici con la cittadinanza e vedere quali sono le esigenze, tuttavia non siamo mai riusciti ad organizzarli a causa delle nostre litigiosità interne. Spero che con la nuova classe dirigente e con il segretario Giuseppe Russo, uomo d’esperienza, riusciremo a dare una svolta.
Qual è il suo rapporto con l’attuale minoranza?
Mi auguro che in breve tempo si riesca ad arrivare ad un’unità di intenti perché mi rammarica il fatto che non siamo in grado di prendere decisioni comuni. C’è bisogno che gli altri membri capiscano che da soli non siamo nessuno ma penso che prima o poi riusciremo a venirci incontro, in linea di massima, essendo persone oneste e intelligenti.
Come giudica, invece, l’amministrazione Pinto?
L’amministrazione Pinto è un paradosso: abbiamo dato la possibilità ad un signore che nulla aveva fatto, non avendo nessun tipo di programmazione per lo sviluppo del paese, di governare nuovamente Pollena Trocchia. E’ un modo di amministrare che non tiene conto del confronto con le varie fazioni politiche e sicuramente arrogante. Spesso in consiglio si sente dire:”noi siamo la maggioranza e facciamo quello che vogliamo”. Non è assolutamente così e per questo penso, se queste sono le basi, che il futuro del paese non possa di certo essere roseo.

 

I commenti sono disabilitati