Al Casello di Pomigliano D’Arco, il racconto di una notte di terrore


POMIGLIANO D’ARCO – Terrore al casello autostradale di Pomigliano ieri sera. Una ragazza, ascoltata in ospedale dai carabinieri, ha raccontato una pessima avventura. Sarebbe stata aggredita da uno sconosciuto che le ha puntato il coltello alla gola, ferendola. L’aggressione sarebbe avvenuta poco dopo le 22
quando una ragazza, da sola, con la sua auto è arrivata al casello autostradale dell’uscita di Pomigliano D’Arco, imboccando la corsia per il pagamento automatico. Un episodio inquietante sul quale i carabinieri indagano per chiarire ogni aspetto: al momento, infatti, non tutto è chiaro. Una vicenda Mentre la ragazza era distratta per l’operazione di pagamento un uomo ha aperto rapidamente la portiera posteriore, infilandosi in macchina e minacciando la ragazza alla gola con un coltello, intimandole di partire. La ragazza, d’istinto, ha scansato il coltello con la mano ed è partita ma l’auto si è spenta. Presa dalla paura ha riacceso l’auto ed è partita a tutta velocità per fermarsi poco dopo in una strada per chiedere aiuto. Solo in quel momento si è accorta che il malvivente non era più in macchina e che il gesto istintivo le aveva salvato la vita ma procurato alcune ferite da taglio alla gola ed alle mani oltre ad un forte stato di choc.
loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati