A Pollena Trocchia l’opposizione si spacca e i blogger si scagliano contro Di Fiore

opposizione

Fioccano come neve, in questo mite clima natalizio, le repliche alle parole del consigliere di minoranza Raffaele Di Fiore, rilasciate al nostro giornale nel corso di un’intervista pubblicata sul numero cartaceo di Dicembre. Movimento 5 Stelle e gruppo “Per il bene in comune cambiamo Pollena Trocchia” come rappresentanze politiche, ma non solo. I primi a sentire il bisogno di una presa di posizione decisa nei confronti delle suddette dichiarazioni sono stati i ragazzi del blog informativo “InformiAMO Pollena Trocchia!”, i quali, attraverso una nota sulla piattaforma in rete, hanno espresso il loro disappunto: “un consigliere comunale di Pollena Trocchia ha condannato i cittadini pollenesi, rei di non partecipare attivamente alla vita comunale e di essere fermi al secolo scorso. Un’affermazione che, senza dubbio, ha destato in noi molto stupore. Chi amministra la città deve anzitutto conoscerla. Il consigliere in questione dimostra invece il contrario, ignorando una realtà, come quella che si riunisce intorno a questo blog, formata da giovani attivi, indipendenti e volenterosi.”.
Parole condivise dagli esponenti del Movimento 5 Stelle: “al consigliere in questione aggiungiamo che noi siamo l’esempio di come cittadini attivi di Pollena Trocchia s’interessano alla vita politica, presidiano il territorio e denunciano fermamente ciò che non va. L’obiettivo è avere istituzioni libere con persone degne di rappresentare i cittadini.”.
Chiara, infine, anche la replica del consigliere Francesco Addato, anch’egli esponente di quell’opposizione “poco compatta” denunciata nel corso dell’intervista :” non posso concordare con il consigliere Di Fiore quando dice che il Consiglio Comunale non serve a niente. Non posso essere d’accordo perché sappiamo bene tutti che neanche una minoranza compatta avrebbe potuto imporre decisioni al gruppo di maggioranza. L’unica via per avere un confronto sano e concreto tra le diverse forze politiche è la condivisone delle proposte nelle commissioni consiliari, se si è presenti. Infine, non comprendo i presunti contrasti politici di cui parla Di Fiore. Noi siamo disposti immediatamente a collaborare con i gruppi di minoranza per strutturare e condividere una proposta di sviluppo del paese.”

Marco Terracciano

I commenti sono disabilitati