A Cercola l’Udc rompe gli indugi. Maione e Castiello: “A questa maggioranza ci lega solo la fiducia al sindaco Fiengo che rinnoviamo, anche senza poltrone. Cosa fanno gli altri?”

“È giunta l’ora di un chiarimento –  dichiarano il commissario dell’Udc di Cercola il dott. Giuseppe Castiello e il consigliere comunale dott, Diego Maione, che ritengono ormai insostenibile la situazione poco chiara che puntualmente si verifica da tempo nell’assise comunale – le frequenti assenze di alcuni consiglieri, non vorremmo che nascondessero altri propositi. Noi – dichiara Castiello dopo una campagna elettorale affrontata in un clima particolare ed avvelenato, abbiamo sostenuto senza se e senza ma, il sindaco l’amico Vincenzo Fengo  nella lista MD  ideata dal dott. Vincenzo Barone, dando il massimo contributo ad entrambi, risultato? Siamo  stati costretti a differenziarci nella fase iniziale da questa maggioranza, perchè forse non era chiaro ancora a tutti ed ai tanti, quello che avevamo fatto, il contributo che avevamo apportato per migliorare i servizi  ai cittadini ,e per dare il massimo slancio all’azione amministrativa. Da subito ci siamo sentiti quasi estranei a questa compagine, alla quale in primo luogo tanto abbiamo creduto, dato  e dalla quale tanto ci aspettavamo per il bene dei Cercolesi, ma tranne il rapporto di amicizia che ci lega al sindaco, al suo vice e al dott Giuseppe Gallo, nulla faceva ben sperare, anzi si intravedeva un percorso tutto in salita. Ma ad un certo punto,  convinti dalla grande determinazione del Sindaco , il mettersi in gioco e l’uscire dall’anonimato  dopo anni di persone come Liberato Terracciano, ci hanno convinto che non si doveva sprecare altro tempo e non potevamo più sottrarci agli impegni assunti, anzi bisognava dare  anche un segnale  forte e concreto ai tantissimi amici che  ci avevano  sostenuto, ma soprattutto all’intera collettivitá. Era il caso di rimboccarsi le maniche, e rimetterci la faccia, lo stiamo facendo da parecchio e aldilá delle polemiche e dei ruoli andiamo avanti, la politica ci piace farla anche senza “poltrona” – sottolinea Castiello – anzi chi vi parla negli anni, ben 23, ne ha occupate parecchie, Pollena Trocchia, San Giorgio a Cremano, Portici e Cercola che sommati agli, incarichi regionali di prestigio, può sentirsi appagato,  mentre cosa ben diversa , a ragion veduta, vive , chi  negli anni non è riuscito a travalicare i confini del proprio paese,  e che non è mai riuscito ad ottenere riconoscimenti prestigiosi, mi sento di  consigliare, di porsi qualche domanda.
Questa è storia ed i fatti quelli seri parlano, ora come dicevamo in premessa è giunto il momento di capire, di fare e realizzare, di non  immaginare  come sempre le strategie a discapito dei cittadini e forse  soffermarsi su altre questioni , noi a questo non “siamo ineressati”. Da ora noi ci siamo, visto che ad oggi ci lega a questa amministrazione, forse  solo un rapporto di grande stima ,alle persone  menzionate prima . Chiediamo di iniziare un serio confronto politico-amministrativo , di iniziare  a parlare della riconferma  per la candidatura a sindaco dell’avv. Fiengo, che attualmente ci convince, non è chiaro sè tutti sono d’accordo, è finito per quanto ci riguarda il tempo delle vecchie logiche e degli INCIUCI di palazzo, ormai si avvicinano anche alle elezioni   Politiche , pertanto sarebbe auspicabile  ricomporre  l’intero quadro politico regionale, che ci vede impegnati insieme al governo della Regione, sè ciò nn fosse possibile non c’è ne faremo una ragione. Da oggi
chiediamo di incardinare  quella discussione di sana politica, scevra dagli interessi personali, di incarichi e di poltrone, nell’ottica di proseguire,verso il prosieguo dell’amministeazione Fiengo. Adesso avanti a chi tocca.
Anche ieri sera, non abbiamo fatto  mancare il nostro fattivo contributo all’amministrazione su temi importanti, ma ci poniamo una domanda il percorso dai noi intrapreso è condiviso da tutti?”

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.