Il sindaco festeggia il Comandante della caserma dei carabinieri De Sollo, promosso alla tenenza di Casalnuovo


Sant’Anastasia – Festeggiata la promozione del Comandante Fernando m.llo De Solda a luogotenente, con trasferimento da Sant’Anastasia alla tenenza di Casalnuovo. La cerimonia l’ha voluta il sindaco, Carmine Esposito, e la sala consiliare è stata stamane il luogo dei saluti e di scambio di doni: una targa da parte dell’Amministrazione e la fiamma dei CC da parte di De Solda al sindaco. Presenti alla cerimonia terminata con un buffet, c’erano consiglieri comunali, assessori, il m.llo Alessio Paglia, il neo-Comandante della stazione CC. Andrea Angelo Apicella, don Francesco D’Ascoli, le Dirigenti Scolastiche Angela De Falco e Teresa Tufano, dipendenti comunali, il sindaco di Casalnuovo Antonio Peluso e il cap. Michele D’Agosto. “Saluto e mi complimento con il luogotenente – ha detto il sindaco Esposito – per l’ottimo lavoro svolto sul territorio. Abbiamo avuto sempre buoni rapporti, nel rispetto dei ruoli. Siamo impegnati a realizzare la nuova caserma dei CC. e De Solda ci ha sempre appoggiato in questo obiettivo. Lo ringrazio per la sua tenacia nel perseguire la legalità, seppur abbiamo avuto momenti di incomprensione, c’è fra noi stima e sarà comunque un nostro riferimento”. “Abbiamo avuto dei momenti significativi di collaborazione tra P.M. e CC. – aggiunge il comandante P.M. Fabrizio Paladino – a tutela del territorio e posso affermare che De Solda mi ha colpito per il carattere, l’equilibrio e la sensibilità, qualità che lo hanno portato ad avere una meritata promozione”.
“Sono lusingato, ringrazio tutti gli intervenuti e il Sindaco Carmine Esposito. In questi quattro anni molto intensi abbiamo dato alla stazione CC un’organizzazione più funzionale, grazie alla collaborazione di ragazzi in gamba come i nostri marescialli e carabinieri. Sicuramente, per il mio nuovo incarico – dice il luogotenente De Solda – è stato preso in esame il lavoro fatto a Sant’Anastasia, per cui la scala gerarchica ha ritenuto che meritassi la luogotenenza a Casalnuovo. Potrei fare tanti esempi di risultati raggiunti, ne faccio uno: partivamo da un dato di 150 rapine sul territorio in un anno, siamo riusciti ad arginarli portandoli a circa 25. Ricordo, poi, il caso della nonnina. Maria veniva spesso in stazione a lamentare disagi e problemi al
boschetto. Ascoltarla significava renderla felice e farle aumentare la fiducia nell’arma. A Casalnuovo, dopo qualche primo momento di titubanza, ho messo mano all’organizzazione della tenenza, che presentava varie difficoltà, oggi posso dire che si stanno raccogliendo vari frutti e c’è un buon dialogo con il sindaco Peluso, che ringrazio di essere presente qui, come c’è stato con il sindaco Esposito e con la P.M. e il Comandante Fabrizio Palladino. Ringrazio i miei superiori per la fiducia”.”Avevamo bisogno di affidare la tenenza ad un uomo capace di riorganizzarla – afferma il cap. Michele D’Agosto – perché abbiamo dovuto spostare alcuni uomini e c’era la necessità di dare a Casalnuovo una svolta positiva per assicurare alla cittadinanza una presenza più prossima ed efficace. Il paese è in continuo sviluppo e ci sono realtà imprenditoriali di tutti i tipi, senza contare la vicinanza di paesi da cui provengono molti cittadini”.
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati