A Massa di Somma si sfora il Patto di Stabilità, ma parte la “rivoluzione urbana”


Massa di Somma – Con una delle ultime delibere, la giunta massese guidata dal sindaco Pd Antonio Zeno ha approvato il programma triennale ed annuale delle opere pubbliche. In virtù – o meglio a causa della pratica poco virtuosa – dello sforamento consistente del patto di stabilità (circa un 1Milione di euro) Massa di Somma è ritornato ad essere un cantiere aperto, sono stati infatti sbloccati – a caro prezzo però per il contribuente
massese – una discreta quantità di risorse per completare i lavori pubblici in precedenza pianificati. Queste le più importante opere che l’amministrazione comunale avrebbe intenzione di realizzare: costruzione e gestione di una piscina coperta; nuovo plesso scolastico in via Veseri; cittadella fotovoltaica e isola ecologica. Se quest’ultima opera sembra essere di certa realizzazione più complessa è la realizzazione della nuova cittadella scolastica. “Il nostro programma di lavori pubblici – ha dichiarato il primo cittadino massese Antonio Zeno – potrebbe essere vanificato e diventare un inutile libro dei sogni se non riusciremo a reperire le risorse necessarie. Le nostre priorità restano la realizzazione della cittadella scolastica in via Veseri e la riqualificazione di Piazza dell’Autonomia. L’amministrazione comunale e in particolare l’assessore ai lavori pubblici Agostino Nocerino sta facendo il possibile, speriamo che anche regione e governo facciano il loro dovere. La Provincia di Napoli ha finanziato 248 isole ecologiche, il progetto presentato dal nostro comune si è collocato al secondo posto, cominceremo prestissimo i lavori.””.
Salvatore Esposito
[email protected]

I commenti sono disabilitati