Videomaker FilmFestival, a Casalnuovo i corti che arrivano da tutto il mondo

vmff15
Arrivato alla sua quarta edizione, il VideoMaker FilmFestival è ormai diventato un appuntamento fisso per Casalnuovo. Nato come un esperimento, ogni anno raccoglie centinaia di cortometraggi provenienti da tutto il mondo. Gli ideatori sono Rosario Visone, Raffaele e Pietro Ponticelli: tre giovani cinefili che hanno trasformato il loro hobby in un evento imperdibile per molti.
Quando avete pensato di dare vita ad un festival di cortometraggi?
Pietro: Il VideoMaker FilmFestival nasce nel 2012 dalla passione per il cinema di un gruppo di amici.
Raffaele P: Questa è la versione ufficiale, in realtà eravamo al bar e io avevo esagerato con la birra.
Rosario V: D’altronde cinema e birra sono una accoppiata vincente, vanno a braccetto come Stanlio e Olio, come Audrey Hepburn e Gregory Peck in “Vacanze Romane”…
All’inizio della vostra avventura quali sono state le impressioni e i commenti delle persone?
P: La prima edizione non ebbe molto successo; chi ne aveva sentito parlare era scettico ma le persone che decisero di assistere alle proiezioni rimasero affascinate dalla qualità dei cortometraggi in concorso.
R.V: All’inizio, mentre diffondevo il programma, mi sentivo dire sempre la stessa frase: “Ma perché non vi trovate un lavoro?”, in un tipico dialetto casalnuovese.
R.P: Fortunatamente ho amici diversi da Rosario…molte persone furono entusiaste, altre incuriosite poiché, per quanto possa sembrare strano, non avevano mai avuto occasione di vedere un cortometraggio o di vivere un festival del cortometraggio.
Si parla di oltre 200 corti pervenuti, per un totale di 16 proiezioni: che tematiche verranno affrontate?
Ogni anno arrivano sempre più corti e da tutto il mondo! Questo ci riempie di soddisfazione, ma allo stesso tempo è sempre più difficile scegliere i migliori. Per citarne solo alcuni, “A Serious Comedy” del regista spagnolo Lander Camarero e tra gli italiani “Thriller” di Giuseppe Marco Albano. Si tratta di un racconto ironico sul difficile rapporto tra i problemi lavorativi di un padre e i sogni di un figlio. Sullo sfondo è visibile una Taranto avvilita dall’inquinamento dell’Ilva.
Come si svolgerà il Festival?
Il 27 e il 28 aprile saranno due intense giornate di proiezioni ad ingresso gratuito presso il cinema Multisala Magic Vision di Casalnuovo, in cui saranno proiettati tutti i corti in gara e quelli fuori concorso. In entrambe le giornate del festival il pubblico in sala, attraverso apposite schede di valutazione, voterà, tra le opere in concorso, per l’assegnazione del Premio Giuria popolare con una  premiazione che si terrà il 30 aprile.
Quali sono le novità del VideoMaker FilmFestival 2015?
Quest’anno avremo come Presidente di Giuria il regista e sceneggiatore italiano Stefano Incerti e il vesuviano Giovanni Mazzitelli, promessa del cinema e regista dello short movie “Eros Kai Psychè”. Avere una buona giuria tecnica è un onore per noi organizzatori e per i registi in gara, poiché verranno giudicati in modo appropriato.
Il motto del VideoMaker FilmFestival
P: Fin dall’inizio ci siamo ispirati ad una frase del Maestro Werner Herzog: “Chiunque voglia fare un film, lo può fare!”.
R.V: E dopo essere riusciti a realizzare un festival del genere a Casalnuovo, posso affermare tranquillamente che “Chiunque voglia fare un festival, lo può fare!”.

Pamela Orrico

I commenti sono disabilitati