Tre Under trenta per il Puc: è polemica politica

lello-russo

Pomigliano – Tre under 30 per redigere il nuovo Puc comunale, che dovrebbe rimpiazzare quello in vigore, attivo dal 2005. Ma per selezionarli non c’è stato alcun concorso, anzi i tre lavoravano già al Comune “a titolo gratuito”.  Sono Luigia Aliperti, 30 anni, architetto, Rossella Gifuni, 27 anni, e Michele Iasevoli, 28 anni, entrambi ingegneri. Costo dell’operazione 30mila euro, 10mila a testa.
“Noi puntiamo sempre sui giovani – commenta il sindaco Lello Russo – il fatto che Ciro Cusano, l’ingegnere capo del Comune, li abbia scelti non può che farmi piacere. Io, tra l’altro, non li conosco”.
Perplessità arriva dai banchi dell’opposizione, che ha presentato un’interrogazione dell’ultimo momento in Consiglio Comunale, rimandata dal presidente Maurizio Caiazzo perché “non sussisteva il carattere d’urgenza”. “È evidente, per la sua importanza strategica, – commenta Vincenzo Romano (Pd), primo firmatario del documento – che il Puc non può essere fatto solo da tre giovani che vengono selezionati senza un bando e che lavoravano già al Comune senza convenzione. Dove sta il risparmio se per la redazione del Puc si sono spesi 200 mila euro per il supporto tecnico della università e oggi si spendono altri 30 mila euro per tre professionisti? Basta campagna elettorale, l’amministrazione di centro destra deve dire la verità”.

I commenti sono disabilitati