Terremoto in Regione Campania. CSM avvia la procedura sul giudice Scognamiglio che rischia di dover lasciare Napoli

giunta regione campania

La Prima Commissione del Csm ha aperto la procedura di trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale nei confronti di Anna Scognamiglio, il giudice del tribunale di Napoli indagato dalla Procura di Roma nella stessa inchiesta che ha coinvolto il governatore della Campania Vincenzo De Luca. La decisione di aprire la procedura é stata presa all’unanimità. Scognamiglio sarà ascoltata dalla Commissione il 25 novembre prossimo.
Scognamiglio: ordinanza su De Luca era scontata – “Poiché la decisione su De Luca era praticamente scontata e tale fatto era ben noto a tutti, e in particolare anche ai legali di De Luca, qualsiasi tentativo di induzione nei suoi confronti sarebbe stato addirittura puerile, da parte di chiunque, certamente a mia insaputa, lo avesse posto in essere”. Lo scrive il giudice Anna Scognamiglio al Csm.  “I rapporti con mio marito erano tali da rendere inipotizzabile che io abbia potuto disattendere i più elementari doveri di magistrato per favorire la carriera di un uomo che non amo e che ha ferito la mia dignità“, continua Scognamiglio nella memoria difensiva di dieci pagine inviata al Csm .

I commenti sono disabilitati