Terra dei fuochi. Tutti in fila a Pomigliano D’arco

18 gennaio-2-2

Il coordinamento18gennaio nasce dall’incontro di comitati, associazioni, esponenti del mondo del lavoro, della scuola e del clero, accomunati dall’urgenza di mobilitazione, condivisa e partecipata, per la salvaguardia del proprio territorio, per la tutela del diritto alla salute, per la difesa della dignità umana.
Raccogliendo idee, esperienze e proposte, in sinergia con realtà extra-cittadine, da anni impegnate in questa lotta, individuiamo nella resistenza civica, promossa dal basso, il punto di svolta per contrastare un sistema economico che, perseguendo la cinica utilità del massimo profitto, ha devastato e avvelenato i nostri territori, con la corresponsabilità di apparati politici corrotti e della criminalità organizzata.
Pomigliano rientra nell’elenco dei comuni sui quali incombe uno dei più gravi disastri ambientali della storia: la manifestazione del 18 gennaio è dunque un appello e un invito a tutta la cittadinanza, per una partecipazione estesa e plurale, un appello a coloro che ne hanno a cuore le sorti, che non slegano il proprio destino dalla comune necessità di riedificare una coscienza civica e ambientale, che non si rassegnano alla fatale pretesa che nulla possa cambiare.
Il corteo partirà alle ore 10,30 dal piazzale dell’ex-stazione circumvesuviana, in via Roma, per approdare, dopo aver attraversato il centro cittadino, in Piazza Municipio, sede dell’amministrazione comunale, con cui speriamo possa attivarsi un rapporto di proficua collaborazione. Ivi, sarà allestito un palco per dare voce alle nostre istanze e alle tante, diversificate ed eterogenee, che condivideranno con noi la ricerca di un futuro a cui vogliamo dare un nuovo orizzonte.
I sogni, le idee non bruciano: il 18 a Pomigliano siamo tuttinfila!

I commenti sono disabilitati