SANT’ANASTASIA. Il PD promuove una campagna di ascolto per le amministrative 2014

pd partito democratico

In un momento così difficoltoso il Pd si apre alla cittadinanza e alle forze politiche di centro sinistra per poter insieme dar vita ad un progetto condiviso che sia finalizzato allo sviluppo del paese ed al riscatto sociale e culturale della comunità.
A partire da questi  presupposti il Partito Democratico di Sant’Anastasia promuove una campagna di ascolto volta a conoscere l’opinione dei cittadini anastasiani rispetto alle priorità del paese e lo farà con un gazebo itinerante che questa mattina è stato presente in Piazza Arco e, nelle domeniche successive, in piazza IV Novembre e nelle periferie cittadine. Ai gazebo saranno invitati i cittadini a compilare un questionario, con il quale verranno raccolte le opinioni degli anastasiani rispetto a diverse tematiche quali l’urbanistica, le politiche sociali, l’ambiente, la raccolta differenziata e la scuola ” Siamo pienamente convinti che, adesso più di prima, bisogna aprirsi alla cittadinanza e rendere gli anastasiani partecipi alla vita politica del paese – dichiara la segretaria del PD, Grazia Tatarella –  da circa un anno, infatti, il Partito Democratico ha avviato 5 Commissioni tematiche aperte a tutti nelle quali si discute insieme ad esperti delle diverse problematiche e, attualmente, stanno ancora lavorando alla stesura di documenti programmatici volti a proporre la nostra idea alternativa di paese. Inoltre, come sociologo, sono del parere che bisogna mettere a punto gli strumenti per poter conoscere le opinioni dei cittadini e abbiamo deciso di stilare un questionario che sottoporremo agli anastasiani che ci raggiungeranno al gazebo. Credo sia necessario conoscere il loro punto di vista anche sulle caratteristiche del futuro sindaco di Sant’anastasia: abbiamo previsto infatti anche una domanda sul profilo del prossimo sindaco e siamo veramente curiosi di sapere che cosa pensano i nostri concittadini. Questi risultati saranno poi resi noti in una manifestazione pubblica”.

I commenti sono disabilitati