Salotto Donizetti, un altro successo degli spettacoli del direttore artistico Nello Vollono, del Club degli artisti presieduto da Carmen Percontra

Il salotto” Donizetti” del Club Artisti di Pollena, tenutosi il 23 settembre 2012  presso la sede dello stesso, ha fatto registrare un nuovo successo per gli artisti che si sono esibiti e per il piacere del pubblico. Il merito va ripartito con  il direttore artistico Nello Vollono, il Presidente del Club e la conduttrice Carmen Percontra. Il mix di impegno e di professionalità dei responsabili del salotto hanno ancora una volta fatto centrare l’obiettivo. Va comunque sottolineata la bravura della conduttrice che, instancabile, affabile e sapiente nelle scelte dei tempi, ha sempre fatto sentire a proprio agio ognuno ed ha saputo creare col suo sorriso e con le sue gaie introduzioni quell’empatia necessaria tra chi si esibisce e chi assiste allo spettacolo in un’atmosfera di grande disponibilità.Il salotto è stato introdotto dalla Percontra, che ha ringraziato i presenti e coloro che hanno reso possibile l’evento, ivi compresi Aldo Vecchiotti, che ha fornito l’impianto di amplificazione, ed il giornalista-reporter Alberto Del Grosso. Si è poi esibita Flora Salvato, che ha accompagnato se stessa nel brano “A canzuncella” ed ha continuato ad accompagnare in sottofondo molte esibizioni di cantanti e poeti. Ha preso quindi la parola il direttore artistico Nello Vollono che ha ringraziato gli artisti ed il pubblico presente ed ha lanciato l’iniziativa di istituire un registro degli artisti facenti parte del Club, invitandoli a compilare una scheda anagrafica corredata da foto da farsi al momento. Sono seguite le esibizioni di Anna Verlezza, che ha recitato una sua poesia, e di Antonio Pascucci, poeta per caso come lui stesso si definisce, con “Miracolo d’ammore”. Poi ci sono state le interpretazioni canore di Ettore Arzano con “Silenzio cantatore” ed Anna Giannattasio con “Caruso”. A seguire Enzo Iovine con esibizione di canto e chitarra e Peppe Moccia con una lirica di Totò. A questo punto c’è stato un momento di cabaret con lo sketch “La storia di Don Vito e il maestro” messo in scena dal Trio Dindondà formato da Roberto D’Aniello, Pippo Scarano e Fabio Cimminella. Ha ripreso poi la parola Nello Vollono che, invitando sul palco la presente Anna Maria Forte, ha annunciato che il prossimo Premio S.Giacomo sarà conferito alla memoria della “tromba d’oro” Austin Forte. Il microfono è tornato nelle mani di Carmen Percontra che ha salutato anche il giornalista Umberto D’Orsi, che arrivava in quel momento. Lo spettacolo è poi ripreso con l’esibizione del poeta Natale Porritiello che ha declamato “Aria nova”, e con Lucia Oreto che ha recitato alcune poesie di autori celebri, tra cui ‘A Madonna d’ ‘e mandarini” di Ferdinando Russo. Ancora una poesia, “l’equilibrista”, scritta e interpretata da M.Rita Sodano e due esibizioni canore da parte di Antonio Onorato con “O sarracino” e Pasquale Ricciardi con “Ancora amore” e “Vi lascio una canzone”. C’è stato poi il momento delle imitazioni di Pino Celli e l’esibizione del cantante Antonio Mazzarella con “Sciultezza bella” e “O mare ‘e Margellina”. Ancora una poesia declamata da Fausto Marseglia, che ha proposto “Napule”, e l’esibizione canora di Anna Feraro con “Ipocrisia”. Aldo Vecchiotti ha cantato “Tutta pe mme”. Il Trio Dindondà ha chiuso il ciclo delle esibizioni con un altro pezzo di cabaret. Carmen Percontra, impeccabile e squisita padrona di casa, ha ringraziato tutti i presenti ed ha dato appuntamento al prossimo salotto che si terrà il prossimo 21 ottobre
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati