QUESTIONE PUC – Salta in Provincia di Napoli la Conferenza dei Servizi per la discussione del Piano Urbanistico


Volla – Un’altrategola su Puc di Volla che non passa perchè la Provincia di Napoli in più battute ha stabilito il numero di 3000 nuovi alloggi, eccessivo peru n territorio come quello che ospita la Città Annonaria. La Conferenza di Servizio che stamattina doveva discutere gli esiti del Pcu del Comune di Volla, Salvatore Ricci (più volte rispedito al mittente) presso la Provincia di Napoli, è stata ulteriormente rinviata. Motivo del rinvio? Sopraggiunti impegni del Presidente Cesaro.”E’ assurdo – dice Pasquale Petrone, candidato a sindaco con una lista di moderati in antitesi al Pdl di Salvatore Ricci – che dalla Provincia non siano chiari. La conferenza di servizio di oggi era stata fissdata da tempo. Volla deve avere la possibilità di disegnare il suo futuro e certamente non lo farà con questo sindaco che del Puc sta facendo la sua campagna elettorale, senza dire i veri motivi per i quali il piano urbanistico comunale viene sempre rigettato. Noi vogliamo un Puc concreto, snello, reale che disegni una città a misura di giovani e anziani, di donne e bambini. E non vogliamo favorire questo o quell’altro costruttuore edilizio, bensi’ le famiglie vollesi che disponendo di un terreno possono costruire la casa che sognano da anni per i loro figli”. La data per un’altra seduta della Conferenza dei servizi è stata fissata il 24 aprile prossimo. Si attende l’ennesimo impasse? “QUalora anche la conferenza di servizi si dovesse concludere il 24 aprile – conclude Petrone – il sindaco sta millantando l’appovazione del Puc legata alla conclusione della Conferenza. Non è cosi’. Quello è solo uno dei tanti passaggi dell’irter per l’approvazione del Puc, che certamente sarà inaugurato dal prossimo sindaco di volla e siccome i cittadini vollesi non sono nè stupidi nè credono alle chiacchiere, non sarà certo lui”.
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati