Pomigliano D’Arco – Ai blocchi di partenza la scuola di politica promossa dal Pd, inaugura il costituzionalista Sandro Staiano

caiazzo tufano

Pomigliano d’Arco. La politica è una scienza, e come tale va insegnata. È da questi presupposti che nasce la scuola di politica intitolata “Il Nuovo Corso, conoscere per decidere e innovare” promossa dal Pd di Pomigliano d’Arco, in collaborazione con la “Legautonomie della Campania”. Si tratta di una serie di 14 incontri rivolti a chiunque voglia arricchire la propria formazione, principalmente ai più giovani, che si svolgeranno al centro culturale La Distilleria di via Roma, a partire dal 7 febbraio fino al 25 marzo. L’iscrizione al corso è gratuita ed è possibile fino al 3 febbraio mandando una e-mail, con i propri dati personali, a pdpomigliano@gmail.com . “Il tema del rinnovamento delle classi politiche, – si legge sulla brochure dell’iniziativa, distribuita da militanti e volontari domenica mattina – ci pone una sfida da accogliere con coscienza. Una nuova classe dirigente non coincide con il meglio, l’inesperienza non può essere un merito. Questo corso vuole formare nuovi amministratori e nuovi dirigenti preparati alle moderne competizioni, in grado di invertire i processi di declino del territorio e di immaginare nuove prospettive di sviluppo”. La prima lezione si intitola “Le autonomie locali nella costituzione a seguito della riforma del titolo V” e inizierà a partire dalle 18.30. Il relatore sarà Sandro Staiano, ordinario di Diritto Costituzionale dell’università Federico II di Napoli. “Non è più tempo di indignarsi e basta, – commenta il segretario del Pd cittadino Michele Tufano – ma di impegnarsi. Siamo alla fine di una fase drammatica della città, l’inizio di un nuovo corso passa attraverso la costruzione di una nuova classe dirigente, a patto che non sia un’operazione demagogica e vuota. Un vero rinnovamento ha bisogno di formazione e impegno, dobbiamo costruire tutti insieme una città migliore”.

Daniele De Somma

I commenti sono disabilitati