Napoli, ai Magazzini Fotografici l’omaggio a Guido Giannini

A partire dal 6 maggio 2022, Magazzini Fotografici ospiterà un “Omaggio a Guido Giannini“. Luciano Ferrara curerà l’evento, in collaborazione con Zelda Giannini. La mostra sarà un contributo al noto fotografo partenopeo che, dalla fine degli anni ’50, ha raccontato i cambiamenti di Napoli.

Guido Giannini ha iniziato a fotografare negli anni ’50. Alcune sue foto sono apparse sulla rivista “Il Mondo” tra il 1961 e il 1962. Giannini racconta come la sua prima foto sia stata pubblicata il 19 dicembre del 1961 sulla rivista: essa era “l’immagine di una donna anziana che suonava il violino davanti alle vetrine della Rinascente di Napoli“.
Per circa 15 anni si dedicò poi ad altre attività, ma riprese a fotografare nel 1976, collaborando con “Il Manifesto“, “la Repubblica“, “l’Unità“. Riuscì, inoltre, anche a diventare redattore fotografico del periodico “NdR“.

Mario Martone definisce Giannini come “un uomo carnalmente legato a Napoli”, il cui sguardo è quello di un “cittadino del mondo in grado di guardare le trasformazioni della città“. Attraverso le sue fotografie, infatti, si fa esperienza “di sociologia, di storia, di cronaca, di urbanistica, ma l’esperienza rivelatrice è quella umana”.

Giannini, oggi 92enne, ha tenuto mostre personali in tutta Italia e all’estero, basti pensare che le sue opere sono state esposte anche in Cina. Tra i personaggi noti fotografati dal Maestro ricordiamo Raffaele La Capria, Fabrizia Ramondino, Bruno Munari e Goffredo Forlì.

 

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.