NA K14314, esce il libro e la giornalista Luciana Esposito devolve i diritti d’autore per una borsa alla Scuola di giornalismo di Napoli Università Suor Orsola Benincasa

Oggi (scriveva il 4 maggio) sulla sua bacheca Facebook la giornalista Luciana Esposito direttore di Napolitan (giornale online seguitissimo) , è la World Press Freedom Day, la giornata internazionale della libertà di stampa patrocinata dall’Unesco. Oggi non scrivo niente. In NA K14314, il mio nuovo libro, che sarà in libreria il prossimo 10 maggio, sulla libertà di stampa ho scritto un capitolo che si intitola “Ancora abusivi e invisibili”, dove parlo di quei ragazzi che per pochi euro rischiano la vita solo perché vogliono avere la libertà di scrivere. Potevo fare di più? Si! E l’ho fatto: I diritti d’autore di questo libro saranno devoluti alla borsa di studio Giancarlo Siani, destinata agli allievi della Scuola di giornalismo di Napoli Università Suor Orsola Benincasa.

La vendita di una copia in più di questo libro significherà un aiuto in più ad un ragazzo che vuole fare il più bel mestiere del mondo: quello del giornalista”. Noi rilanciamo Luciana perché con attenzione da vecchia cronista, sfruttando al massimo la velocità dei nuovi media riesce a raccontare, denunciando, informando e ridando speranza a un territorio abbandonato da tutti. Luciana Esposito vale più di tutti i delinquenti che l’hanno minacciata. Luciana, infatti (ma conviene a tutti far finta di niente) coi suoi reportage informa la gente e la gente informata è meno gestibile. E solo senza “gestioni” può nascere la speranza. Vi invitiamo a comprare il libro

 

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.