“La legalità va a canestro” a San Giorgio: in campo Consolato Americano atleti, magistrati e studenti

manifesto legalità 27 febbraio
Continuano i percorsi di legalità che l’Amministrazione guidata dal Sindaco Giorgio Zinno sta mettendo in campo per educare la cittadinanza al rispetto delle regole. Sabato, 27 Febbraio, presso l’istituto Superiore “Enrico Medi”, si svolgerà una speciale partita di pallacanestro per promuovere attraverso lo sport i valori legati alla trasparenza e all’esercizio della cittadinanza.
La giornata partirà alle 10, presso la biblioteca dell’ITI Medi, dove si svolgerà una tavola rotonda con il magistrato Mario Conte, consigliere della Corte d’Appello di Palermo, anche componente dell’Associazione Nazionale Basket Magistrati, con la Console americana per gli Affari Politici, Economici e Commerciali a Napoli, Dana Murray, la consigliera politica Alba Ferreri e con il sindaco Giorgio Zinno. Presente anche il presidente Bimed (Biennale dellle Arti e delle Scienze del Mediterraneo), Andrea Iovino e la dirigente scolastica Annunziata Muto. Tra i temi al centro del dibattito la legalità legata alle best practice e spiegata in 10 passi: dialogo, rispetto, società, soldi, doveri, sport, informazioni, giudici, processo e mafia, elementi individuati dal magistrato nel suo libro: “I dieci passi. Piccolo breviario sulla legalità”. L’incontro a cui parteciperanno oltre 200
studenti, sarà anche l’occasione per raccontare la sua professione, al fianco del giudice Paolo Borsellino con il quale ha lavorato per anni in Sicilia. Alle 12, invece prenderà il via il match nella palestra dell’Istituto durante il quale scenderanno in campo studenti, rappresentanze dell’Azzurro Napoli Basket, la squadra ufficiale partenopea e dell’Asd Angri Basket, e il giudice Conte. Per l’occasione anche il sindaco Giorgio Zinno vestirà la canotta di una delle due squadre e calcherà il parquet per mettere a segno il canestro della legalità.

“L’idea di trasmettere ai nostri ragazzi il rispetto delle regole sul campo di gioco, grazie alla partecipazione di atleti professionisti e del magistrato Mario Conte – spiega il primo Cittadino – nasce dalla consapevolezza che una società ha già vinto se ha saputo trasmettere ai giovani l’osservanza della disciplina e il sereno confronto con l’altro. Questa iniziativa inoltre, assume particolare importanza anche per la presenza del Consolato americano a Napoli con il quale condividiamo i valori della legalità e l’intento di diffonderne le esperienze e le buone pratiche”.

“La metafora sportiva – afferma infatti Mario Conte – è lo specchio morale del nostro paese. Da una parte c’è la regola dei passi nel basket, dall’altra ci sono soprattutto i passi che dobbiamo compiere ogni giorno per sconfiggere l’illegalità diffusa anche sotto i nostri occhi”.
D’accordo anche il presidente Bimed, Andrea Iovino: “La scuola è luogo di tutela dei diritti e di esercizio della cittadinanza attiva. Insieme all’Amministrazione di San GIorgio a Cremano e al Laboratorio Regionale Città dei Bambini, cerchiamo di offrire agli studenti le basi per diventare cittadini consapevoli, nella propria città, nella propria nazione e nel mondo, cittadini cioè, responsabili del proprio e dell’altrui futuro”.

I commenti sono disabilitati