IL TERRORE DEI DISTRIBUTORI DI BENZINA – Due colpi in pochi minuti, durante fuga speronano Carabinieri: arrestati

Somma Vesuviana – In due, a bordo di un’auto e armati di pistola, verso le 20.30 di ieri hanno rapinato in rapida successione due distributori di carburanti a Somma Vesuviana e poi si sono dati alla fuga. Sono subito scattate le ricerche dei Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna coordinati dalla locale centrale operativa. In due, a bordo di un’auto e armati di pistola, verso le 20.30 di ieri hanno rapinato in rapida successione due distributori di carburanti a Somma Vesuviana e poi si sono dati alla fuga. Sono subito scattate le ricerche dei Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna coordinati dalla locale centrale operativa. I militari hanno iniziato a cercare un’auto in particolare e l’hanno trovata: i due sono stati intercettati nelle strade di Sant’Anastasia. E’ partito l’inseguimento, i fuggitivi non si sono fermati e hanno speronato più volte le due ‘gazzelle’ dei Carabinieri nel tentativo di far perdere le proprie tracce. L’auto dei rapinatori, ad alta velocità, eha perso il controllo cappottandosi.

I Carabinieri hanno bloccato ed arrestato i due. Si tratta di un 42enne del quartiere napoletano di Ponticelli e di un 20enne incensurato di Sant’Anastasia. Risponderanno dei reati di rapina, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale in concorso.
L’auto sulla quale fuggivano è risultata rubata a Ercolano lo scorso 7 gennaio. All’interno del mezzo i Carabinieri hanno trovato e sequestrato due pistole scacciacani, due passamontagna e il bottino delle due rapine, 775 euro. A causa dell’impatto, un brigadiere dell’Arma è dovuto ricorrere alle cure mediche ed ora è ancora presso l’Ospedale del Mare. I due arrestati, rimasti illesi, sono in attesa di giudizio.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.