Il sindaco Esposito chiarisce dopo gli scontri: “Nell’isola ecologica niente umido, nè amianto, ma anche un palazzetto dello sport con piscina comunale”

Sant’Anastasia – “Non ci sarà né umido, né amianto, né pericolo per la salute degli alunni della scuola e dei cittadini del luogo. Quando vedranno l’opera realizzata molti cittadini si ricrederanno, non ci sarà più spazio per strumentalizzazioni e capiranno l’attenzione che abbiamo verso la zona dei Romani. L’isola ecologica, oggi osteggiata, sarà apprezzata. E accanto all’isola ecologica sorgerà un palazzetto dello sport ed una piscina, a dimostrazione di quanto abbiamo a cuore la zona, che è, come altre zone del paese, già stata oggetto di numerosi interventi di riqualificazione”. Il Sindaco, Carmine Esposito, “amareggiato per quanto accaduto ieri”, sgombra il campo da informazioni venute da alcuni cittadini con un documento riportante, fra le tipologie dei rifiuti dell’isola, anche frazioni organiche di mense. “Ma quale umido? – ribadisce il sindaco – assolutamente no, nell’isola non ci sarà. Sono certo che i cittadini, nel vedere come sarà veramente l’isola ecologica e come sarà gestita, anche con la loro attiva collaborazione, si ricrederanno”.
Affermazioni dirette alla città e in particolare ai cittadini e al comitato di via Romani, che sostiene invece l’illegittimità della scelta amministrativa di spostare la Stazione Ecologica da via Gramsci (com’era nel progetto precedente) a via Petrarca, in prossimità del plesso scolastico Elsa Morante e dei parchi, con timore e preoccupazione per l’ambiente e la salute delle persone.  “Abbiamo portato la scelta amministrativa all’attenzione anche del Consiglio Comunale, ad ulteriore garanzia di legittimità, per favorire il confronto politico e ribadire pubblicamente –dice il sindaco – che l’Isola sarà realizzata in piena sicurezza per l’ambiente e per la salute pubblica, perché sarà tutto monitorato e non vi potranno essere conferimenti illegali. L’isola, infatti, sarà regolamentata con orari di ingressi e d’uscita e ogni utente sarà identificato mediante tessera magnetica con la quale si accumuleranno bonus per la detrazione della TARSU”
Come più volte spiegato da mesi, nella presentazione dell’opera in conferenza pubblica, nelle manifestazioni pubbliche e negli incontri specifici organizzati e accolti per privilegiare il dialogo con i rappresentanti del “Comitato di via Romani”, l’isola è di tipo 3B. Questa caratteristica non è riferita ai rifiuti che verranno depositati nell’area, bensì fa esclusivamente riferimento alla superficie occupata,  circa 3480mq e al numero di abitanti, circa 30.000, oltre che alla dotazione minima di attrezzature per la raccolta; ovvero n. 12 scarrabili da 2,50mt x 6,00mt  x 1,20mt (H) e n. 2 scarrabili da 2,00mt x 3,80mt x 1,50mt (H). Inoltre, saranno installati n. 6 contenitori per i Rifiuti Urbani Pericolosi. L’apparato di pesatura, dunque, è L = 8mt.  I rifiuti che saranno conferiti nella Stazione Ecologica, stando agli atti dell’Ente, sono riconducibili alle seguenti categorie: Ingombranti, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), Rifiuti Urbani Pericolosi (RUP), Carta e Cartone, Plastica, Vetro, Legno e Pneumatici fine uso.Per ingombranti, s’intendono materassi, armadi, sedie, letti, poltrone e divani, giocattoli, taniche di vetro e plastica oltre i 5 litri, cuscini, ecc.Per RAEE, s’intendono grandi elettrodomestici, piccoli elettrodomestici, apparecchiature informatiche e per telecomunicazioni, apparecchiature di consumo, apparecchiature di illuminazione, strumenti elettrici ed elettronici (ad eccezione degli utensili industriali fissi di grandi dimensioni), giocattoli e apparecchiature per lo sport e per il tempo libero, dispositivi medici (ad eccezione di tutti i prodotti impiantati ed infetti), strumenti di monitoraggio e controllo, distributori automatici, ecc.Per RUP, s’intendono pile a stilo (es. torce, radio, ecc.), pile a bottone (es. calcolatrici, orologi, ecc.), pile per piccoli elettrodomestici (es. telefono cellulare, rasoio elettrico, trapano elettrico, ecc.), disinfettanti, fertilizzanti, prodotti per la casa, prodotti per il giardinaggio, disinfestanti, oli minerali, prodotti per lo sviluppo fotografico, lucidanti, lampade, ecc. L’obiettivo della Giunta Esposito, con la costruzione dell’isola ecologica presso l’area di proprietà comunale sita in Via Petrarca, è quello di migliorare il fondamentale processo del Ciclo Integrato dei Rifiuti, dando altresì un positivo impulso alla Raccolta Differenziata.
redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati