I carabinieri nel Centro Liguori, è scontro politico

incontro associazioni centro liguori

Sant’Anastasia – “Questa vicenda ha del paradossale: crea uno scontro inutile e dannoso tra l’esigenza di sicurezza del territorio e la tutela dei disabili”. È toccato a Paolo Esposito (Udc) riassumere, durante il suo intervento, quello che pensavano quasi tutti gli spettatori dell’ultimo consiglio comunale. “Inoltre – continua Esposito – ho l’impressione che la decisione di spostare la caserma dei carabinieri al Centro Liguori sia già stata presa dalla maggioranza”. Un’impressione avvalorata dagli interventi di tutta la maggioranza: “Abbiamo valutato – ha precisato il sindaco Lello Abete – tutte le possibili soluzioni e quella di destinare parte del centro Liguori ai carabinieri ci è sembrata la migliore possibile. Le associazioni che operano lì per dare supporto alle persone con disabilità e i militari avranno ingressi indipendenti e gli spazi non saranno in comune”.
“Il Pd è aperto a qualsiasi decisione – ha ribadito l’ex candidato a sindaco Antonio De Simone – tranne quella di spostare i militari al centro Liguori. Su questo diremo sempre di no”.
“La scelta migliore – secondo Carmine Capuano – è spostare i carabinieri nello stabile comunale di via Primicerio. I vigili urbani e gli impiegati comunali che lavorano lì possono facilmente trasferirsi in municipio o in altre strutture comunali”. Lo stabile in questione era nato già negli anno 80 per ospitare i militari dell’Arma, che però lo giudicarono non idoneo. Per ristrutturarlo i tecnici comunali stimano una spesa di circa 200 mila euro. Alla fine il Consiglio ha ritenuto, con voto unanime, di affidare la decisione ad una commissione che sarà composta dai consiglieri Rea, Fornaro, Ceriello Coccia e Capuano.

I commenti sono disabilitati