Gosaf, sulle presunte parentele intervengono Duraccio, Portoghese e Iacomino. Il Pdl, vuole spostare la questione in Parlamento

 

Portici – La questione G.O.S.A.F. genera ancora polemiche. L’IdV di Portici risponde alla lettera anonima, pubblicata nel numero di Novembre dell’Ora Vesuviana. A parlare ai nostri taccuini è il consigliere Francesco Portoghese: “Lettere, volantini e manifesti anonimi spuntano fuori, sempre, in periodi elettorali. Bisogna smettere di fare politica in questo modo, e di diffamare la gente. Non mi risulta alcun lavoratore della G.O.S.A.F., iscritto al mio partito. Noi dell’IdV di Portici, non abbiamo mai concesso alcun privilegio. Invito questa gente a farsi avanti, e a dimostrare ciò che scrive. Qualora provassero l’illegalità della questione, noi non esiteremo a schierarci con loro. Tra l’altro, da quanto mi risulta,la G.O.S.A.F. è una società privata, e può, dunque, decidere di assumere chi gli pare. Essere parente di un dipendente comunale, o di un consigliere, poi, non implica un’incapacità lavorativa. Per quanto mi riguarda non esiste alcun caso di parentopoli”. Le stesse parole ci sono state confermate dall’ex Assessore alla Viabilità, Salvatore Duraccio, pochi giorni dopo la pubblicazione della lettera: “Il mio partito è stato accusato, ingiustamente. Queste sono cose che non ci appartengono.” Di tutt’altro avviso il consigliere Salvatore Iacomino, esponente di SeL:” La lettera pubblicata è una lettera anonima. Sulla questione non ci sono atti formali, ma sicuramente è un fatto preoccupante. E’ vero che la Gosafè una società privata, ma è anche vero che ha sostituito Equitalia. Fare chiarezza sulla questione dovrebbe essere un atto dovuto nei confronti dei cittadini, e dei tanti disoccupati, presenti in città. Inoltre, in un periodo di crisi, come quello attuale, sarebbe stato più opportuno che fosse stato stesso il Comune ad occuparsi della riscossione dei tributi. Portici avrebbe goduto di un’entrata monetaria sicura (si parla di diversi milioni di euro), senza gravare sulle tasche dei cittadini e, soprattutto, senza favorire alcuna politica clientelare, come quella denunciata dalla lettera”. Azioni più dure politicamente, sono paventate invece dal Pdl che attraverso i consiglieri comunali porticesi proporranno una intterrogazione parlamentare sulla questione Gosaf. “Onde evitare strumetalizzazioni – dicono – vorremmo che sulla questione fosse fatta chiarezza. Una interrogazione parlamentare, potrebbe far luce su tutta la vicenda”.

Dario Striano

redazione@loravesuviana.it

I commenti sono disabilitati