Giustizia tributaria: gli stati generali a Napoli, verso la riforma

 

Un giudice tributario “professionale ed esclusivo” per quella che viene definita “quinta magistratura” per l’importanza e la complessità delle materie trattate.
È questo il tema che sottende gli Stati generali sulla giustizia tributaria che si svolgeranno a Napoli, venerdì 29 aprile (a partire dalle 9.30). nella Sala Vasari in Sant’Anna dei Lombardi in occasione del 25mo anniversario della nascita dell’Istituto Universitario della Mediazione “Academy School”.
Organizzata da Eduardo Maria Piccirilli, docente di Diritto Tributario e direttore scientifico della IUM Academy School in partnership con l’Università di Granada e con l’Università di Arad, la giornata, fanno sapere gli organizzatori, chiamerà a raccolta i presidenti delle Commissioni Tributarie di numerose regioni italiane: oltre alla Campania saranno presenti Veneto, Piemonte, Puglia e numerosi presidenti di Commissioni Tributarie provinciali.
Le novità sulla riforma della giustizia tributaria, al centro delle priorità del Ministero della Giustizia e del Ministero dell’Economia e delle Finanze saranno tracciate dal vicepresidente della Camera, Ettore Rosato, dal capogruppo della Commissione Bilancio del Senato, Vincenzo Presutto e dalla vicepresidente della Commissione Affari Speciali della Camera, Michela Rostan. “La riforma – dice Eduardo Maria Piccirilli – dovrebbe essere approvata entro il 31 dicembre prossimo come previsto dal Pnrr ma speriamo che questo traguardo possa essere raggiunto anche prima come anticipato dalla ministra Cartabia: si tratta di disciplinare un settore delicato che è quello del rapporto tra cittadino, imprese, ed erario ed è giusto che gli attori che gestiscono i processi sul campo facciano sentire la propria voce. Per questo abbiamo previsto, nella sessione economico- tributaria gli interventi dei presidenti dei ctr e dei ctp”. I saluti alla giornata di studi, presieduta da Piccirilli, saranno portati dal sindaco, Gaetano Manfredi.
Diversi i partecipanti anche della sessione linguistica, che anticiperà gli Stati generali, con la partecipazione di docenti di diversi Atenei.

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.