Forza Italia presenta le liste: Gioavanna Rei, “Palummella” e Annarita Patriarca, dentro. Fuori, dopo il veto di Salvini il capogruppo uscente Armando Cesaro e Luciano Pssariello che “dà spazio ai giovani”

Giovanna Rei, al secolo Giovanna Ferrari come la mamma, si è fatta strada da sola, nonostante un cognome con cui ha convissuto pochissimo molto ingombrante sotto il Vesuvio e non solo. Attrice bravissima, prima di teatro, poi di fiction televisiva e poi di cinema, senza mai perdere la vecchia passione per le tavole dei palcoscenici,  Vesuviana debutta in teatro nel 1995, mentre nel 1998 appare sugli schermi cinematografici con i film di Marco Risi l’Ultimo Capodanno e i Volontari di Domenico Costanzo. Nello stesso anno compare in televisione nelle miniserie La Piovra 9 interpretando Carmela, è co-protogonista della fortunata serie Anni 50 di Carlo Vanzina. Ruoli da protagonista in Tv ne La Squadra, Elisa di Rivombrosa e nella Sit-com Camera Caffè dove interpreta il ruolo della centralinista bella e simpatica Giovanna.

Cinema, teatro, televisione. Una vita fuori dalla ribalta per uel cognome ingombrante che Giovanna non ha mai avuto, né ostentato. Il teatro di Eduarco, le collaborazioni co n Luciano De Crescenzo, Maurizio Costanzo con cui conduce Memory. A La vita in diretta ha raccontato di aver sventato un tentativo di molestie da parte del produttore cinematografico Harvey Weinstein. Oggi Giovanna torna alla ribalta perché il suo nome è tra i primi di quelli candidati nella lista di Forza Italia che sostiene Stefano Caldoro  alle prossime Elezioni Regionali. “Possiedo quello che mi sono guadagnata sul campo – dichiara in un’intervista apparsa sul quotidiano La Repubblica di oggi in edicola – avrei potuto sfruttare la mia situazione dal punto di vista economico e pubblicitario, non l’ho mai fatto. Non immagino di fare politica fine a se stessa, vorrei contribuire a migliorare il nostro territorio che è pieno di potenzialità. Vorrei creare un’accademia gratuita per giovani attori. Il mio impegno in politica è indirizzato a poter dare un valido contributo per valorizzare ancor di più e quanto meriterebbe il teatro, il cinema, la musica  e tutto ciò che è arte, anche quella di strada. La nostra regione in tal senso è stupefacente: incontri talenti ad ogni angolo della strada, provare dunque a mettere un pizzico di ordine, sviluppare ed incentivare tutte le attività artistiche, avere la possibilità di dar lavoro alle maestranze che più degli artisti stessi che hanno sofferto tantissimo per il lockdown. Sono a conoscenza di storie davvero difficili, famiglie di amici in gravissime difficoltà: occorre far sì che si possa ritornare a lavorare , considerata, ripeto, ripeto la grande qualità dei nostri artisti”. Giovanna è la terza della lista di Forza Italia, dentro anche Gennaro Montuori, lo storico capo ultras del Napoli Palummella, fuori i Cesaro, Armando silurato da Salvini non si è candidato. Fuori anche Passariello, che giura di “far campagna elettorale come se fosse candidato in prima persona per rilanciare Forza Italia e battere De Luca”. Dentro invece dopo il braccio di ferro tra Fulvio Martusciello e Luigi e Armando Cesaro, l’ex sindaco di Gragnano Annarita Patriarca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I commenti sono chiusi, ma trackbacks e i pingback sono aperti.