“Energia in fiore”- Al Mercato dei Fiori (via Sacerdote Benedetto Cozzolino)di Ercolano la presentazione dell’impianto fotovoltaico realizzato da IURO srl per il polo florovivaistico

ERCOLANO – Per festeggiare i 50 anni di attività, lo storico Mercato dei Fiori di Ercolano ha deciso di rifarsi il look in chiave energetica installando sul tetto della struttura, gestita dalla cooperativa Masaniello, un impianto fotovoltaico da 480 kWp, realizzato dalla società Iuro srl di Napoli. L’intervento, sostenuto da un investimento di oltre 800mila euro ammortizzabile in 5 anni, consentirà alla struttura mercatale di ridurre le emissioni di carbonio in atmosfera, ma soprattutto di produrre in autonomia l’energia da riutilizzare nelle celle frigorifere ad elevato dispendio energetico. Il surplus energetico sarà immesso in rete.
“Un modo per scacciare i venti di crisi che si sono abbattuti sul settore florovivaistico negli ultimi anni provocati proprio dall’aumento del costo dell’energia” spiega Salvatore Colonna, amministratore della cooperativa Masaniello. “Un investimento importante nonostante il difficile contesto economico e sociale – prosegue – che ci consentirà di abbattere i costi della bolletta energetica”. Un risultato conseguito grazie all’impegno e alla professionalità del gruppo Iuro srl guidato da Domenico Iuliano, che ha seguito tutta la fase di realizzazione dell’impianto, chiavi in mano, fino al telemonitoraggio dello stesso. “Una sinergia che contiamo di consolidare nei prossimi anni per l’efficientamento energetico dei sistemi florovivaistici”. Un binomio vincente, sottolineato anche da Francesco Romano, responsabile della sezione agroindustria del gruppo Iuro srl: “E’ stata la cooperativa Masaniello a richiedere un nuovo modello di sostenibilità energetica, un messaggio positivo per l’economia e un importante segnale di rispetto e di cura per l’ambiente”. Sabato 10 novembre (ore 10, Mercato dei Fiori di Ercolano) sarà presentato al pubblico e alla stampa l’impianto fotovoltaico. Alla visita seguirà un dibattito, moderato da Salvatore Colonna, al quale parteciperanno Silvio Iuliano e Giuseppe Iuliano, direttori Iuro che presenteranno le caratteristiche tecnico-progettuali dell’impianto, l’ingegnere di meccanica energetica del gruppo Iuro Riccardo Stolica che illustrerà i vantaggi del pavimento termico in floricoltura, l’agronomo Francesco Romano e il  commercialista Rosario Bisbiglia che parleranno delle agevolazioni fiscali per il fotovoltaico, l’eolico e le biomasse in agricoltura. Un’occasione per immergersi a 360 gradi nel mondo delle energie alternative, valutarne la vigente situazione fiscale, comprenderne i vantaggi e le agevolazioni in materia agroindustriale, fino a scoprire le ultime tendenze e novità del settore agroenergetico. Argomento che sarà ulteriormente approfondito con convegni e seminari tematici nel corso della XVII edizione di Flora, il salone internazionale dedicato allo floricoltura e al florovivaismo ornamentale, in programma da venerdì 23 a domenica 25 novembre 2012 proprio al Mercato dei Fiori di Ercolano.
All’incontro “Energia in fiore” di sabato 10 novembre saranno presenti anche le varie istituzioni regionali, la Coldiretti, Confagricoltura, Cia, il Consorzio Tutela Bufala Campana Dop, Villa Almaplena, la Cantina Macchialupa, il Panificio Paola Romano, la Facoltà di Agraria di Portici, il Consorzio Nuovo Mercato dei Fiori di Napoli, gli operatori del settore energetico e florovivaistico.
Scheda tecnica sull’impianto di Ercolano
Da simulazioni di producibilità elaborate col programma PV-SYST, il generatore fotovoltaico ha una potenza installata di 480,70 kWp in grado di assicurare una produzione totale di circa 623.304,00 kWh/anno, una producibilità media per ogni kW di potenza installata di circa 1.292,00 kWh/kWp/anno. Inoltre permette di evitare emissioni gas serra pari a  330.467,02 kgCO2/anno (chilogrammi di anidride carbonica annui) e di risparmiare energia primaria pari a 137,12 Tep/anno (tonnellate equivalenti di petrolio). Da un investimento iniziale pari a circa 870.000,00 euro si ricava un TIR (tasso interno di rendimento) pari al 22% con un Payback Period (numero di anni di recupero di investimento iniziale) pari a circa 5 anni.
su questo link il video con le riprese aeree dell’impianto:
http://www.youtube.com/watch?v=tlnlx4hzqVQ
[email protected]

I commenti sono disabilitati